Gallipoli

Blitz nel lido Cotriero: guardia costiera riscontra difformità, scatta la denuncia

Proseguono i controlli lungo la fascia costiera. Contestati la realizzazione di innovazioni non autorizzate sul demanio marittimo e il deturpamento di bellezze naturali. Sigilli alle parti non conformi rispetto alle autorizzazioni concesse dal Comune

GALLIPOLI – E’ il lido Cotriero di Gallipoli l’ennesima vittima illustre di una lunga stagione di sequestri di lidi, discoteche, villaggi, ristoranti, soprattutto sulla costa ionica, ma con qualche puntata in riva all’Adriatico. I militari della guardia costiera, infatti, hanno svolto alcuni sequestri nello stabilimento balneare, contestando (come già era successo per altri) la realizzazione di innovazioni non autorizzate sul demanio marittimo e il deturpamento di bellezze naturali.

L’estate volge al termine, ma i controlli sul demanio non si fermano. E quest’oggi, nel corso dell’ispezione, gli uomini della capitaneria di porto avrebbero ravvisato la presenza di alcune irregolarità nella realizzazione di opere edilizie all'interno della concessione demaniale rilasciata a favore del lido.

Gli ufficiali di polizia giudiziaria della capitaneria, su diposizione dell’autorità giudiziaria, hanno posto sotto sequestro le parti realizzate in difformità, rispetto a quanto autorizzato dal Comune. Il concessionario è stato deferito all’autorità giudiziaria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz nel lido Cotriero: guardia costiera riscontra difformità, scatta la denuncia

LeccePrima è in caricamento