Gallipoli

Revocate le nomine dell’organo di valutazione. “Il sindaco non ci ha ascoltato”

Il sindaco Errico con un decreto di fine ottobre ha seguito le direttive della Civit e azzerato le nomine del nucleo interno di valutazione. L'associazione Gallipoli 2012: "Nomine illegittime. Ci son voluti nove mesi per la revoca"

GALLIPOLI – Interrogazioni, segnalazioni alla Civit e botta e risposta a colpi di comunicati stampa. Ed ora arriva l’epilogo con le procedure per la nomina dell’Organo di valutazione comunale che sono state recentemente “azzerate”. E dovranno quindi essere riproposte. I dubbi e le perplessità mossi dall’opposizione di Palazzo Balsamo sulla procedura di nomina dell’Oiv comunale si sono rivelati più che fondati. E dopo ben nove mesi di attesa e di “regolare” attività dell’Organismo indipendente di valutazione, dopo aver preso atto delle disposizioni impartite dalla Civit (la Commissione indipendente per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche) l’amministrazione comunale ha disposto la revoca delle relative nomine. Con un nuovo decreto di fine ottobre il sindaco Francesco Errico ha infatti provveduto a revocare il suo precedente atto di nomina dei componenti dell’Oiv del gennaio scorso.

Da poco più di una settimana dunque, dal 28 ottobre per la precisione, non sono più in carica i tre componenti dell’Oiv del comune gallipolino, ovvero Alfredo Caggiula, Andrea Baldari e Rocco Famà, che comunque hanno fatto in tempo a portare a termine anche il lavoro di valutazione inerente la produttività dei dirigenti comunali riferita allo scorso anno. Tutto fa rifare, o quasi, per l’Oiv comunale, come aveva invocato tra l’altro l’opposizione consiliare con almeno due interrogazioni dei consiglieri Petrucci (Gallipoli 2012) e Coppola (Ppdt). Nei mesi scorsi proprio l’associazione Gallipoli 2012, aveva deciso di rendere pubblica la nota del luglio scorso con la quale la Civit, rispondendo al quesito sulla legittimità posto dall’associazione il 13 giugno scorso, aveva comunicato che “la Commissione riunita il 26 giugno 2013, ha deliberato di richiedere al sindaco di Gallipoli la revoca del decreto n.3/2013 di nomina dell’Oiv, in quanto adottato senza acquisire il previo parere della Commissione, e di formulare nuova richiesta di parere”. Anche il Comune aveva richiesto per proprio conto, tramite gli uffici competenti, un responso della Civit sulle nomine ed ora sulla scorta del richiamo di tale commissione, il sindaco Errico ha dovuto provvedere alla revoca delle nomine.

“La cosa che però stupisce è che, per ottenere questo ripensamento” scrivono in una nota da Gallipoli 2012, “ci siano volute un paio di interrogazioni in Consiglio, un nostro diretto intervento sulla Civit per denunciare l’accaduto ed un paio di note della stessa Commissione che intimava al sindaco la revoca delle nomine”.

Tutto da rifare quindi per l’istituzione del nuovo Oiv. “A nulla valgono i frequenti richiami del sindaco al rispetto della legalità ed all’osservanza delle norme” incalza l’associazione di Petrucci“se, periodicamente, siamo costretti ad intervenire per rettificare scelte ed atti amministrativi in contrasto con il buon senso prima ancora che con la legge. Noi non discutiamo, anche se in argomento ci sarebbe molto da dire, la titolarità della nomina dell’organismo , ma in questa circostanza si è voluto sottrarre all’organismo competente, la Civit, il necessario controllo di legalità sulla verifica dei titoli necessari alla copertura del ruolo. Lo si è fatto volontariamente, la legge è chiarissima” concludono dalla civica di Petrucci “a favore di professionisti che magari avrebbero potuto ottenere il medesimo incarico attraverso il rispetto della procedura. Diciamo avrebbero perché, trattandosi di un organismo necessariamente indipendente ed avendo invece al suo interno candidati presenti nella coalizione che sosteneva il sindaco nelle scorse elezioni amministrative, probabilmente sarebbero potuti non apparire poi così indipendenti. Comunque, ora la questione è chiusa. Ma purtroppo all’orizzonte si addensano nuove nubi sulla regolarità di alcuni recenti atti amministrativi” 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Revocate le nomine dell’organo di valutazione. “Il sindaco non ci ha ascoltato”

LeccePrima è in caricamento