Mercoledì, 28 Luglio 2021
Gallipoli

Errico difende le scelte su appalto rifiuti.“Opposizione strumentale”

Dopo l'approvazione in Consiglio della proroga alla Navita e della costituzione dell'Aro11 il sindaco stigmatizza il comportamento di Pdl e Ppdt. "La maggioranza si è presa le responsabilità per garantire servizio efficiente"

Il sindaco di Gallipoli

GALLIPOLI - Un cambio di rotta necessario e coraggioso. Nonostante le accuse mosse in Consiglio comunale dalla minoranza sulla legittimità delle procedure adottate per segnare il passaggio di consegne per il servizio di igiene urbana in terra gallipolina. Dalla Seta alla Navita, ma più in generale primi passi decisivi per segnare il futuro di una città più pulita e decorosa.  E dopo aver incassato dalla sua maggioranza in Consiglio comunale la legittimazione politica delle sue scelte, il sindaco Francesco Errico punta l’indice contro parte dell’opposizione.

Il tutto proprio in relazione ai lavori dell’ultima assise cittadina che ha decretato, in particolare, l’approvazione della proroga del servizio d’igiene urbana in favore della nuova ditta, la Navita srl, in attesa della costituzione dell’Aro 11 (assieme ai Comuni di Taviano, Alliste, Racale e Melissano) e del bando di gara di evidenza pubblica. E proprio sulla delibera legata all’approvazione dello schema di convenzione dell’Aro, alcuni gruppi di opposizione, nello specifico il Pdl e la Puglia Prima di Tutto, avevano abbandonato l’aula e quindi la discussione.

“Non so se tale scelta di quei consiglieri di minoranza” dice il primo cittadino, “sia stata dettata da qualche maldestro calcolo effettuato nella speranza che alla maggioranza mancassero i numeri. Ma evidentemente si continua a trascurare che quest’amministrazione, nel suo complesso, non vive né di spaccature né di crepe, ma agisce con coesione e compattezza nell’attuazione del programma di governo”.Va giù duro il sindaco Errico, attesa la delicatezza e l’importanza della questione da affrontare e sulla quale ha chiesto ripetutamente la collaborazione anche dell’opposizione.

Ma Pdl e Ppdt hanno puntato i piedi rammentando che su quelle scelte per l’appalto rifiuti avevano indicato, a monte, metodi e procedure diverse da seguire. Ma Errico non demorde e rilancia. “Ancora una volta  la maggioranza si è presa le sue responsabilità” aggiunge il sindaco “tanto per garantire alla città un servizio di igiene urbana all’altezza delle aspettative, quanto per seguire l’iter previsto dalla legge.

E l’unico iter ad oggi percorribile, sentiti anche in via ufficiale e diretta gli uffici regionali, è solo quello indicato dalla Regione, con la costituzione dell’Aro e la successiva pubblicazione del bando di gara. E il Comune di Gallipoli” dice ancora Errico, “proprio a sancire l’attenzione prestata su tale questione, è stato il primo tra le cinque municipalità che costituiscono l’Aro 11 a portare in Consiglio comunale e ad approvare lo schema di convenzione.

A testimonianza che qui si agisce senza tatticismi o indugi e con procedure trasparenti e rispettose della legge”. Il tutto stante la conferma, dichiarata dal primo cittadino nel corso dell’assise dell’apertura dell’ecocentro per la prossima settimana. “A testimonianza di come la nostra pervicacia nel superare ostacoli burocratici per dare un servizio alla cittadinanza” dice ancora Errico, “alla fine, abbia la meglio”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Errico difende le scelte su appalto rifiuti.“Opposizione strumentale”

LeccePrima è in caricamento