Venerdì, 18 Giugno 2021
Gallipoli

Smentito il caso di meningite: “E il pronto soccorso non ha mai chiuso”

In una nota della Asl le precisazioni sul ricovero di un paziente rispetto ad alcune ricostruzioni: si tratta in realtà di polmonite

L'ospedale di Gallipoli.

GALLIPOLI – E’ stata la polmonite e non la meningite a colpire il paziente 68enne che ieri sera si è presentato all’ospedale di Gallipoli.

Una nota della Asl precisa i contorni dell’accaduto, sgombrando il campo da ogni timore e precisando che il pronto soccorso del nosocomio non ha mai chiuso come riportato da alcuni organi di stampa: l’unica misura precauzionale adottata è consistita nei dispositivi di protezione individuale indossati dal personale medico e infermieristico.

L’uomo – spiega la nota dell’azienda sanitaria - presentava una sintomatologia sospetta, accompagnata da febbre e globuli bianchi alti. L’analisi del liquor ha però escluso la meningite batterica. Il paziente è stato trasferito nel reparto Malattie Infettive al “Vito Fazzi” di Lecce dove è arrivata la definitiva diagnosi.

In questi giorni, come in tutti i periodi invernali in cui l’epidemia influenzale stagionale si diffonde, si parla spesso di meningite, ma non sempre a proposito. Asl chiede di evitare “facili allarmismi, causa di un ricorso inappropriato e dannoso ai servizi di emergenza. E’ importante, infine, ricordare che nella nostra regione è già prevista la vaccinazione anti-meningococcica per i nuovi nati e gli adolescenti, mentre la si consiglia ai giovani che si spostano per viaggi e studi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smentito il caso di meningite: “E il pronto soccorso non ha mai chiuso”

LeccePrima è in caricamento