Giovedì, 17 Giugno 2021
Gallipoli

Patto sulla Sicurezza a Gallipoli. Palomba in tour nei parcheggi e vertice

Alla vigilia del Comitato per l’ordine e la sicurezza con i Comuni costieri di domani ricognizione del prefetto con le forze dell’ordine e il sindaco Minerva

Una foto del sopralluogo.

GALLIPOLI – Un sopralluogo, in un’afosa mattina di metà luglio, per saggiare da vicino la fase attuativa del Patto sulla sicurezza. E come anticamera del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che nella giornata di domani chiamerà al capezzale della prefettura e delle forze dell’ordine i rappresentanti dei comuni costieri.

Una prima verifica sul campo partita in quel di Gallipoli con il prefetto Claudio Palomba, accompagnato dai vertici locali e provinciali delle forze dell’ordine, dall’ormai ex commissario straordinario Guido Aprea, e dal sindaco Stefano Minerva, che va in tour “informativo” nei meandri della città bella. Il tutto per verificare e pianificare sul nodo parcheggi, e sulle applicazioni delle norme di prevenzione anche nelle attività turistiche, per i locali e gli stabilimenti balneari. E la buona nuova è quella confermata anche dal neo sindaco ionico Stefano Minerva, che dopo alcuni incontri con le associazioni di categoria ha avuto rassicurazioni in merito al fatto che anche lidi, locali e discoteche si stanno già adeguando per rispondere in maniera fattiva alle prescrizioni dell’Accordo sulla sicurezza.

La vista del prefetto ha preso abbrivio nella tarda mattinata dalla nuova area parcheggio pubblico all’ingresso della città, in via Rossellini, lungo la provinciale per Sannicola, realizzata, dopo la bonifica (su un suolo comunale di 15mila metri quadri), attrezzata con 5 punti di illuminazione, e con una capienza prevista di 300 posti auto e un servizio di vigilanza anche notturno. E soprattutto con l’attivazione del servizio navetta di collegamento per il centro cittadino.

DSCN3677-2Altra verifica del prefetto e delle forze dell’ordine è stata quella nella zona dell’area portuale dove progettisti e tecnici comunali e l’autorità marittima, hanno illustrato l’intervento di razionalizzazione della sosta nell’area demaniale concessa in uso al Comune. Poco meno di 400 posti auto, con nuovi stalli, corsie pedonali, accessi meccanizzati e video sorvegliati, e la definizione futura di una tariffa oraria comunque a basso costo. Due contenitori inglobati nel Patto per la sicurezza e dove far confluire in maniera meno caotica le auto per garantire le norme di sicurezza e per arginare anche il fenomeno dei parcheggiatori abusivi e il business illegale  della sosta. Le previsioni del Comune e del sindaco parlano dell’attivazione di aree e servizi entro la fine della prossima settimana.

Il vertice è poi proseguito presso la sede comunale di via Pavia dove il prefetto Palomba, il vice prefetto vicario Guido Aprea e l’ex sub commissario Vincenzo Calignano hanno fatto il punto della situazione a porte chiuse con le forze dell’ordine, il sindaco Minerva e gli assessori comunali focalizzando i punti nevralgici della fase attuativa del Patto sulla sicurezza e della sua funzione di prevenzione amministrativa delle possibili degenerazioni e infiltrazioni nel tessuto economico e turistico non solo di Gallipoli, che è stato il comune pioniere della sottoscrizione condivisa dell’accordo, ma di tutte le realtà territoriali che ben presto sottoscriveranno identici “patti” per la sicurezza e lo sviluppo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patto sulla Sicurezza a Gallipoli. Palomba in tour nei parcheggi e vertice

LeccePrima è in caricamento