Martedì, 18 Maggio 2021
Gallipoli Via Bartolomeo Diaz

Notte di fuoco: in fumo auto di un netturbino, danni ad altri 3 mezzi e case

L’episodio alcuni minuti dopo le 2 a Gallipoli. Il fuoco è partito da una Ford Kuga ma ha coinvolto anche altri veicoli parcheggiati in zona. Sul posto carabinieri e pompieri per sopralluogo e indagini

Una parte dei danni arrecati dal fuoco.

GALLIPOLI – Misterioso incendio, nella notte a Gallipoli. Le fiamme sono divampate attorno all’auto di un netturbino del posto, in via Diaz. L’episodio pochi minuti dopo le 2, nei pressi di una palazzina davanti alla quale si trovava parcheggiata la Ford Kuga intestata a un 52enne. Il rogo ha distrutto la vettura, ma non solo. Dopo aver del tutto danneggiato la carrozzeria della Ford, il fuoco si è infatti propagato anche a un’Ape Piaggio, a una Smart e a una Toyota Yaris, mezzi di proprietà dei vicini di casa della vittima.

Le conseguenze arrecate dall’incendio ai vari veicoli sono ancora in fase di quantificazione, ma il valore si aggira attorno a svariate decine di migliaia di euro. Il danno registrato peraltro ha riguardato anche quello provocato a un paio di portoni delle abitazioni lungo la strada, dove il fuoco ha annerito persino le pareti esterne. Sul luogo, allertati dai residenti scesi in strada davanti all’accaduto, i vigili del fuoco del distaccamento locale.

Assieme ai pompieri, subito al lavoro per domare l’incendio, sono sopraggiunti anche i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia locale. I militari hanno presenziato al sopralluogo eseguito assieme ai “caschi rossi”. Nulla di significativo e di riconducibile alla natura dolosa è stato rinvenuto nei pressi del luogo dell’incendio. Ma il fuoco potrebbe aver ingoiato e consumato ogni traccia.46859dfa-31a4-41ca-aeef-1247d22b125c-2

Dopo aver messo in sicurezza l’area e scongiurato il pericolo di altre conseguenze, il personale dell’Arma ha recuperato le videocamere di sorveglianza installate nell’isolato e poi ascoltato il proprietario della Kuga dalla quale è partito l’incendio. Gli inquirenti hanno chiesto al malcapitato se vi siano stati recenti attriti con qualcuno per questioni professionali o di natura privata, ma al momento l’uomo avrebbe dichiarato di non aver ricevuto minacce né richieste sospette da parte di alcuno. Il 52enne è noto alle forze dell’ordine per alcuni guai con la giustizia in passato quando, nel 2013 era stato accusato di lesioni personali, danneggiamento e porto abusivo di arma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di fuoco: in fumo auto di un netturbino, danni ad altri 3 mezzi e case

LeccePrima è in caricamento