Gallipoli

Spaccio nella Baia Verde, nei guai un altro gambiano sorpreso a cedere

Un 27enne denunciato dalla polizia. Aveva 40 grammi fra hashish e marijuana. Fuggita un'auto di grossa cilindrata dentro la quale c'erano gli avventori. Nelle notte precedenti anche diversi segnalati dalla polizia per consumo di stupefacenti, in una città in costante ricerca di sballo

GALLIPOLI – Ancora un giovane del Gambia sorpreso con stupefacenti a Gallipoli. E questa volta è scattata la denuncia a piede libero. Protagonista, J.F., 27enne, che ha provato a fuggire quando ha visto pararsi davanti un’auto di polizia del reparto prevenzione crimine leccese, di supporto al commissariato jonico in una Città Bella invasa di turisti, dove cresce anche la richiesta di stupefacenti.

E’ ormai dunque assodato come vi sia nella zona della Baia Verde una nutrita schiera di africani, provenienti da altre località italiane, che rifornisce i propri utenti di droghe leggere, quali marijuana e hashish. Addosso al 27enne ne sono stati trovati 40 grammi circa, divisi in trenta involucri pronti per lo smercio.

Il gambiano era fermo in strada e a lui si era avvicinata un’auto di grossa cilindrata. Le persone all’interno stavano giusto effettuando lo scambio soldi-droga, quando è spuntata la polizia. Il veicolo s’è allontanato in fretta, mentre lo straniero ha tentato una fuga a piedi finita quasi subito. Al termine degli accertamenti, per lui la denuncia all’autorità giudiziaria.

Altri due gambiani erano finiti nei guai nei giorni scorsi. L’ultimo, solo poche ore prima. Bah Abdouramane, 23enne, che per inciso ha domicilio nel Cara di Bari, era fuggito davanti ai poliziotti lungo le spiagge che si trovano a ridosso della strada che conduce verso Mancaversa, disseminando “erba” fra sabbia, sdraio e ombrelloni in una sorta di slalom, conclusosi con la cattura.

Il tragitto era stato disseminato di una trentina di dosi, altre dieci ne aveva ancora addosso, assieme a mille euro circa. Per lui era scattato l’arresto, con traduzione in carcere, dati anche i precedenti specifici. E nelle notti precedenti, la polizia ha anche fermato decine di consumatori, tutti segnalati al prefetto. Praticamente, un sipario che si alza su ogni estate sempre uguale sul teatro delle bellezze di Gallipoli, dove però l’assembramento di turisti non è composto solo da amanti dell’arte, del sole e del mare, ma anche dello sballo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio nella Baia Verde, nei guai un altro gambiano sorpreso a cedere

LeccePrima è in caricamento