Martedì, 18 Maggio 2021
Gallipoli

Spiagge, aiuole e strade rurali tirate a lucido dai volontari della “Paolo Pinto”

Pulizia straordinaria per la spiaggetta delle Fontanelle, le zone di Santa Venardia, via Carlo Magno e via Scalelle. Gli operatori erano già intervenuti per ripulire gli spazi del viale del cimitero e bonificare l’atrio della scuola di via Milano

GALLIPOLI - Dalla spiaggetta delle Fontanelle, alle strade rurali e periferiche di via Carlo Magno, via Scalelle nella zona del depuratore e Santa Venerdia. Aree verdi, parchi e scogliere ancora una volta ripulite e tirate a lucido grazie all’azione meritoria dei volontari dell’associazione “Paolo Pinto”. In questi giorni si è conclusa una nuova attività, pianificata nel programma degli interventi del sodalizio di volontario e protezione civile guidato da Lucia e Giuseppe Sergi, volto a bonificare diverse zone della città colpite dall'incuria di molti cittadini che abbandonano rifiuti in ogni dove.

Gli operatori della Paolo Pinto, circa una trentina, si sono dedicati per diverse ore a ripulire alcune zone sensibili della città: la spiaggetta delle Fontanelle di lungomare Marconi e le strade rurali di via Carlo Magno, via Scalelle, nei pressi della zona del depuratore consortile, e di Santa Venerdia. Sono stati riempiti complessivamente 110 sacchi di materiale e rifiuti di ogni tipo, dalle bottiglie, alla plastica, a scarti di edilizia, giocattoli arredi ed elettrodomestici.

Recuperato anche un frigo, pezzi di carrozzeria e di meccanica. Nei giorni scorsi invece i volontari ambientali si sono dedicati alla cura dell'aiuola nei pressi del cimitero comunale di via Zacà che già da un po' di tempo è stata adottata dalla stessa associazione che prende cura anche della piazzetta che dal tratto finale di via Udine si affaccia sul lungomare Galilei, anch’essa accuratamente ripulita in questi giorni.

Oltre alla consueta ripulitura dai rifiuti abbandonati nei pressi delle aree verdi e del viale che conduce al cimitero, si è provveduto al taglio delle erbacce ed inoltre sono stati potati anche gli alberi di ulivo e i cipressi che si trovano lungo la strada d’acceso. Sono stati complessivamente riempiti 26 sacchi di sterpaglie e altri rifiuti abbandonati che con l’ausilio del personale e dei mezzi della ditta del servizio di igiene urbana sono stati regolarmente smaltiti. La pulizia nei pressi delle aiuole antistanti del cimitero segue un’altra operazione di bonifica compiuta nel mese scorso dagli operatori ambientali dell’associazione presso il cortile del plesso scolastico di via Milano.

Sono stati ben 15 i volontari impegnati nelle attività di pulizia, concertate con gli uffici comunali competenti e con la dirigenza scolastica, e che hanno dato letteralmente nuova vita e decoro all’atrio della scuola. Sono stati riempiti ben 59 sacchi contenenti erbacce e anche rifiuti vari. È stato effettuato un lavoro di potatura delle siepi e degli alberi presenti, il tutto per dare una nuova immagine all'istituto. L'associazione aveva ricevuto la segnalazione di un genitore in merito alla pulizia del giardino della scuola di via Milano e si è fatta subito trovare pronta.

Un’iniziativa che ha visto molto soddisfatti soprattutto i piccoli alunni dell’istituto e i loro genitori che non hanno mancato di esprimere il loro ringraziamento con un cartello esposto nel cortile scolastico. “Siamo costantemente in contatto con le scuole del territorio e ciò ci rende orgogliosi” spiegano dal direttivo dell’associazione Paolo Pinto, “in quanto tutto ciò che facciamo è anche e soprattutto per i più piccoli, affinché le future generazioni possano amare l'ambiente meglio di chiunque altro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiagge, aiuole e strade rurali tirate a lucido dai volontari della “Paolo Pinto”

LeccePrima è in caricamento