Venerdì, 14 Maggio 2021
Gallipoli

Spiaggia della Purità, nuovo look: si accendono le prime luci dalle mura

Da lunedì sera attivata l’illuminazione per la valorizzazione notturna dell’insenatura del centro storico. Minerva: “Intervento parziale, opera nel rispetto delle prescrizioni di tutela della Soprintendenza”

GALLIPOLI - Lavori, ancora provvisori, e prove tecniche per il nuovo squarcio luminoso dell’area della spiaggetta della Purità. E la proposta  lanciata già da diversi anni per illuminare il tratto più suggestivo e rappresentativo del centro storico di Gallipoli prende finalmente forma e concretezza. Da lunedì sera si sono accessi i primi faretti che forniranno l’illuminazione serale e notturna nel Seno della Purità nel rigoroso rispetto delle prescrizioni imposte dalla Soprintendenza ai beni architettonici e paesaggistici.

L’amministrazione comunale è riuscita a dare seguito alle aspirazioni di residenti, delle associazioni che si prendono cura della spiaggetta, e dal sodalizio dei commercianti e imprenditori della città ed avviato così il programma di valorizzazione dell’insenatura più amata dai gallipolini. L’intervento, concretizzato con fondi comunali, prevede la realizzazione di un’illuminazione di impatto limitato, essenziale nella sua consistenza, che scaturisce dalla necessità di garantire la sicurezza del luogo tutelandolo anche da potenziali atti vandalici.

L’illuminazione progettata ha inoltre l’intento di valorizzare un bene culturale importante, garantendo la fruibilità dello stesso in sicurezza, senza alterarne la qualità architettonica. Per raggiungere l’intento proposto è stato previsto un sistema di illuminazione a led con luce calda, radente, indirettamente illuminante la spiaggia, posta in corrispondenza delle arcate dei contrafforti delle mura che si affacciano sulla spiaggia e dei due bastioni di testa.

Dal mare la soluzione sottolinerà lo “skyline” della città, evidenziando la delimitazione fisica dei suoi confini, con l’obiettivo della valorizzazione visiva delle mura e della spiaggia della Purità stessa. Tecnicamente, l’alimentazione dei corpi illuminanti è garantita da un cavidotto del diametro di circa un centimetro, in rame, di ampio utilizzo su beni monumentali agganciati discretamente al cordone in pietra che corre lungo le mura.

“Non parliamo ancora di un’opera definitiva, ci stiamo lavorando e proveremo ad ampliare le luci e a rafforzare l’impianto col tempo” spiega il sindaco Stefano Minerva, “ovviamente non si può pretendere un’illuminazione troppo forte in quanto, ricordo, che stiamo  parlando delle mura storiche e di un luogo paesaggisticamente rilevante. Il progetto è quindi vincolato agli standard dettati dalla soprintendenza per altezza, inclinazione, tipo di lampade e potenza. Ad ogni modo” conclude il primo cittadino ora illuminiamo il nostro piccolo tesoro come richiesto dalla cittadinanza e ripetutamente da tutti i fronti”.

Work in progress quindi per la nuova luce della Purità in attesa anche di mettere a regime il progetto di  recupero e la riqualificazione ambientale ed infrastrutturale della spiaggia della Purità con la creazione di un corridoio protetto tra la costa e l’Isola del Campo. Si tratta delle opere finanziate lo scorso anno dalla Regione Puglia con 175 mila euro che fanno parte degli interventi nell’ambito dei fondi previsti per la rigenerazione urbana sostenibile, in cui Gallipoli è stato Comune capofila (con Alezio e Tuglie).

Per quanto riguarda la spiaggetta della Purità, il progetto prevede di alleggerirla da massetti in cemento ed altri detrattori e detriti che ne alterano la bellezza naturalistica, e ancora la ripavimentazione della rampa di accesso, l’interdizione alla navigazione nell’area marina tra l’Isola del Campo e i bastioni, con la posa di boe di segnalazione, la ripulitura delle arcate, l’allestimento di una cabina di deposito per attrezzature da spiaggia negli spazi sotto le arcate della rampa di accesso.

E ancora l’installazione di una passerella con doghe di legno da esterno esclusivamente nella zona di accesso dalla rampa lungo le arcate sotto i bastioni su sostegni in legno con piano rialzato rispetto al piano di spiaggia (elementi removibili dopo la stagione estiva), una nuova illuminazione negli spazi delle arcate sotto i bastioni, attrezzature minime (sedute, cestini, attrezzature per bambini) e l’inserimento di opere d’arte temporanee nelle arcate. “Il progetto prevede di alleggerire la spiaggia dai detrattori” rammenta l’assessore al Centro storico e ai Lavori pubblici, Biagio Palumbo, “e di inserire una dotazione minima di attrezzature”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiaggia della Purità, nuovo look: si accendono le prime luci dalle mura

LeccePrima è in caricamento