Lunedì, 14 Giugno 2021
Gallipoli

Sprint di Perruccio candidato a sindaco. Ma il centrodestra torna a dividersi

Annunciata un'intesa tra Cor, Fi, Noi Con Salvini e civiche per l'ex presidente del Consiglio. Ma Barba rompe con Fitto e passa con i forzisti

GALLIPOLI - Ramoscelli d’ulivo in casa del Centrodestra gallipolino per trovare finalmente l’ardua convergenza su programma elettorale e candidato sindaco? L’intesa unitaria subisce nuove scosse telluriche. Il cerchio sembrava ormai essersi ristretto a cinque potenziali candidati in pectore: Vincenzo Barba, Giuseppe Perruccio, Sandro Quintana, Guglielmo De Santis e Nicola Brunetti.

E su queste ipotesi ragionava ad inizio settimana il tavolo della coalizione dopo gli appelli all’unità e alla  compattezza elargiti durante l’inaugurazione della nuova sede di Forza Italia e dal coordinatore cittadino Antonio Baldari e la disponibilità ribadita da Vincenzo Barba ad una eventuale candidatura di servizio per arginare le divisioni. La strada non è ancora sgombera da spigolose fibrillazioni interne. Ma il nuovo corso di Forza Italia, rivendicato nell’ambito dell’inaugurazione della nuova sede cittadina di via Pisanelli, ha provato a smuovere le acque e guadare i rivoli delle divisioni. In tale direzione nei giorni scorsi si è svolta una nuova riunione della coalizione dalla quale sarebbe emersa la volontà manifesta di smussare incrinazioni e vecchie diaspore e avviare un nuovo percorso condiviso. Almeno nelle intenzioni dichiarate. Da qui la restrizione anche del cerchio sulle candidature spendibili e di garanzia per poter tenere unita tutta la coalizione.

Oggi invece si registra una sorta di rimescolamento delle carte dopo un vertice che nella serata di venerdì ha visto nuovamente confrontarsi le anime del centrodestra gallipolino e soprattutto andare in scena una vera e propria guerra dei muscoli tra fittiani e azzurri. Pomo della discordia l’accelerata della compagine fittiana provinciale (impersonata principalmente da Roberto Marti) di chiudere l’accordo con la componente cittadina di Forza Italia, del movimento Noi con Salvini e con il sostegno di alcune civiche (Gallipoli VogliAmo e Crescere Insieme che vedrebbe schierati l’ex consigliere Salvatore Guglielmetti, Salvatore Di Mattina e un gruppo di area moderata) per indicare le figura dell’ex presidente del consiglio comunale Giuseppe Perruccio quale prossimo candidato alla carica di sindaco in corsa per il centrodestra a Gallipoli.

Un’intesa che non avrebbe tenuto in debito conto la disponibilità e la figura predominante in casa dei Conservatori e riformisti di Vincenzo Barba e che terrebbe fuori dai giochi al momento anche l’Udc e Italia Destati di Quintana. La convergenza su Perruccio non  è quindi arrivata all’unanimità. Ed ha creato nuove lacerazioni e spaccature. E il metodo e l’imprimatur di indicazione del prossimo candidato sindaco della coalizione ha segnato il divorzio definitivo tra Fitto e Barba. L’ex senatore ha ora annunciato di aver abbandonato i Conservatori e riformisti e di aver aderito ufficialmente a Forza Italia. La decisione sarà comunicata in una conferenza stampa nella serata di oggi. Bisogna ora comprendere quali ripercussioni avrà questa scelta sugli equilibri della coalizione e soprattutto sulla candidatura in pectore di Perruccio.                         

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sprint di Perruccio candidato a sindaco. Ma il centrodestra torna a dividersi

LeccePrima è in caricamento