Gallipoli

Stand e palazzi nobiliari aperti nella città vecchia. Sabato il primo mercatino

Il Consiglio comunale ha dato il via libera all’idea dell’assessore Piteo per l’istituzione del “Mercatino del centro storico” nel periodo invernale. Il 21 marzo sperimentazione con gli stand di Coldiretti. Da ottobre cortili aperti e Giornata Medievale

GALLIPOLI – Anche il borgo antico di Gallipoli avrà il suo mercatino tematico che oltre all’aspetto economico punterà a rivitalizzare la città vecchia anche nei periodi invernali e quelli di meno affluenza di presenze e visitatori. E già a partire dal 21 marzo prossimo si partirà con una prima fase di sperimentazione con l’allestimento dei banchetti  e degli stand di prodotti tipici targata Coldiretti proprio nel cuore del centro storico e sulla centralissima via Antonietta De Pace.

L’appuntamento con il mercatino del borgo antico diventerà poi un appuntamento con cadenza settimanale, da ottobre e marzo, dopo la prossima stagione estiva. L’idea promossa dall’assessorato al centro storico, retto da Antonio Piteo, è stata ratificata nell’ultima seduta del Consiglio comunale dove tra le varie delibere è stata approvata anche quella relativa all’istituzionalizzazione del “Mercatino del centro storico”.       

E proprio sulla scorta del deliberato dell’assise, che prevede la possibilità di svolgere tale mercatino entro il mese di marzo, sarà effettuata la giornata sperimentale di sabato prossimo, 21 marzo, a cura della Coldiretti, che metterà in piazza i propri prodotti. “È questo un modo per testare quanto andremo a fare, a regime, a partire dal prossimo ottobre” spiega l’assessore Piteo, “il tutto con una programmazione già pianificata ed in grado di andare a soddisfare le varie e differenti esigenze. È una delle diverse modalità che stiamo seguendo in favore del centro storico, come anche quella legata all’acquisizione dei parcheggi in area portuale, che molto potrà dire in termini di fruibilità pedonale della città vecchia”.

Poi nel merito dell’istituzione del mercatino tematico da palazzo Balsamo chiariscono le diverse sfaccettature del progetto mirato anche a destagionalizzare le presenze in un periodo in cui la città vecchia in particolare soffre l’assenza di flussi costanti di turisti e potenziali acquirenti e che determina anche, sempre in tale periodo, la chiusura forzata di molti esercizi commerciali.

 “Il Consiglio comunale ha recepito una precisa volontà perseguita dall’amministrazione comunale e dal mio assessorato in particolare” spiega nel dettaglio l’assessore al centro storico, “vale a dire evitare la desertificazione del centro storico soprattutto nei mesi invernali. L’idea del mercatino tematico da realizzare nel cuore della città vecchia, in via De Pace, è solo una delle iniziative che intendiamo portare avanti per raggiungere questo obiettivo”. Il riferimento dell’assessore va infatti ad un percorso parallelo che sarà esperito nel periodo indicato: da un lato un mercatino settimanale tematico (una volta prodotti tipici, poi l’antiquariato leggero, poi attività d’ingegno e così via) dall’altro dei veri e propri percorsi culturali che possano mettere in piena luce le innumerevoli bellezze del centro storico.

“Ovviamente abbiamo già portato avanti una programmazione in tal senso che realizzeremo il prossimo anno” conclude l’assessore Piteo, “ma posso dire che le idee non mancano. Andremo a realizzare, ad esempio, una ‘Giornata Medievale’, o ancora un percorso che possa aprire a cittadini e turisti i meravigliosi palazzi signorili della nostra città vecchia. Credo che siano iniziative che possano riscuotere consenso ed apprezzamento e garantire contestualmente il ripopolamento del centro storico”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stand e palazzi nobiliari aperti nella città vecchia. Sabato il primo mercatino

LeccePrima è in caricamento