Giovedì, 13 Maggio 2021
Gallipoli

Studenti e docenti “acquistano” cento uova di Pasqua. Un regalo per la Bimbulanza

Iniziativa solidale della comunità scolastica del liceo Linguistico e delle Scienze Umane del “Quinto Ennio” di Gallipoli. Consegnate a studenti e professori oltre cento uova pasquali. Il ricavato devoluto alla onlus “Cuore e mani aperte verso chi soffre"

GALLIPOLI – Un regalo pasquale di grande valenza  sociale e affettiva.  Un bel gesto di solidarietà da parte di tutta la comunità scolastica, studenti, docenti e personale Ata del liceo delle Scienze Umane e Linguistico del “Quinto Ennio” di  Gallipoli che ha sede nel plesso di via Torino. Nei giorni scorsi su iniziativa dei ragazzi e delle ragazze dell’istituto gallipolino, sono state consegnate presso la sede della scuola più di 100 uova pasquali legate all’iniziativa di supporto all’associazione “Cuore e mani aperte verso chi soffre’’, la onlus che utilizza anche una “Bimbulanza", ovvero l’ambulanza pediatrica adibita al trasporto di piccoli pazienti da e per l’ospedale ‘Vito Fazzi di Lecce che hanno necessità  di  sottoporsi a trattamenti periodici o anche solo contingenti (il mezzo è anche dotato  della necessaria attrezzatura per il trasporto delle incubatrici).

Il ricavato delle distribuzione e della vendita delle uova pasquali della solidarietà sociale all’interno dell’istituto è stato quindi devoluto per sostenere le attività della Bimbulanza e dei volontari del sorriso che hanno ovviamente  bisogno del supporto di tutti coloro che possono dare una mano concreta per essere sempre pronti ed efficienti per aiutare chi si scontra con un dolore incomprensibile e troppo difficile da vivere da soli. La collaborazione tra il liceo di Gallipoli e l’associazione “Cuore e mani aperte verso chi soffre’’ si è resa possibile grazie all’impegno intrapreso da un’alunna del quinto anno del liceo delle Scienze Umane, e grazie al sostegno e alla buona volontà di tutta la comunità scolastica, compresi i docenti, gli assistenti scolastici e con l’approvazione sentita del dirigente scolastico Antonio Errico

“Anche per il periodo pasquale il nostro istituto, e in particolare il plesso di via Torino” spiega la docente Mirella Rizzello, “ha voluto dimostrare la propria sensibilità nei confronti di chi soffre con un'iniziativa promossa dagli stessi studenti e che noi come docenti abbiamo ben accolto e sostenuto con plauso. Consapevoli del fatto che la formazione scolastica non debba essere solo cognitiva e comportamentale, ma anche affettiva e relazionale. Siamo contenti di aver fatto un gesto di altruismo per aiutare nel nostro piccolo chi si prodiga per dare sollievo ai bambini che soffrono o che hanno bisogno di aiuto”.

Soddisfazione è stata espressa anche dai referenti della Bimbulanza della onlus per un “gesto che ha una valenza ancora più importante se si considera il momento di difficoltà economica che molte famiglie attraversano e che, nonostante tutto, hanno voluto impegnarsi con tale contributo a garantire un servizio gratuito ai piccoli in difficoltà”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti e docenti “acquistano” cento uova di Pasqua. Un regalo per la Bimbulanza

LeccePrima è in caricamento