Giovedì, 28 Ottobre 2021
Gallipoli

Aro Lecce 11, il Tar sblocca la gara per il nuovo appalto

Ora si punta a concludere le procedure entro la stagione estiva: nell'ambito anche Gallipoli, Melissano, Racale e Alliste

LECCE – Dopo aver accordato in gennaio la sospensione della gara attraverso un’ordinanza cautelare, il Tar di Lecce ha oggi respinto il ricorso del Comune di Taviano che contestava il decreto di indizione del commissario dell’Aro Lecce 11, che comprende anche Gallipoli, Melissano, Racale e Alliste.

Accolte quindi e tesi degli avvocati Pier Luigi Portaluri e Giuseppe Mormandi che rappresentavano il Comune di Gallipoli e quello dell’ambito di raccolta, Angelo Vantaggiato. Si tratta di un appalto del valore di 50 milioni di euro la cui procedura di affidamento si era bloccata dopo il primo pronunciamento dei giudici amministrativi.

La gara per l’affidamento del servizio di igiene urbana può dunque ripartire: la speranza è che arrivi a conclusione prima dell’inizio della stagione estiva.

“I comuni dell’ambito – ha commentato Portaluri – sono interessati da un flusso turistico di elevatissima consistenza, per cui sarebbe molto utile l’avvio tempestivo del nuovo servizio, caratterizzato – già nel bando – da un potenziamento delle prestazioni assicurate ai cittadini e ai turisti”.

La sentenza arriva proprio a ridosso dell’adozione da parte dell’Autorità nazionale anti corruzione, di una delibera con cui si si invita la Regione Puglia a commissariare gli Aro della regione in modo che l’affidamento dei servizi di raccolta, spazzamento e trasporto dei rifiuti nei territori comunali avvenga mediante gare effettivamente trasparenti e pro concorrenziali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aro Lecce 11, il Tar sblocca la gara per il nuovo appalto

LeccePrima è in caricamento