Domenica, 25 Luglio 2021
Gallipoli

Controlli del suolo pubblico. E il Comune incassa circa 200 mila euro

L'assessorato al Commercio rende noto il bilancio parziale delle verifiche su ambulanti, locali e ristoranti per la riscossione della tassa. Oltre il 60 per cento in più rispetto al 2011. Mercatino antiquariato in viale Europa

Foto di repertorio.

 

GALLIPOLI - I controlli più puntuali e redditizi per l’occupazione del suolo pubblico fanno centro. E il Comune, al netto delle critiche e degli abusi e del disordine dilagante di ogni stagione estiva, ora può sorridere. Almeno dal punto di vista della riscossione degli oneri dovuti dai commercianti per l’occupazione del suolo comunale. E rispetto allo scorso anno il Comune ha già incamerato oltre il 60 per centro in più dalla riscossione della relativa tassa. Le verifiche su ambulanti, attività commerciali e ristorative e sulla Scia, la segnalazione certificata di inizio attività da parte dei titolari dei locali (introdotta nel luglio scorso)  hanno consentito il classico giro di vite. Impedendo di eludere in massa, come spesso e volentieri è accaduto in questi anni, il pagamento del balzello comunale.  E quindi di far incamerare somme certe per le casse comunali pari a circa 200 mila euro.

Con i dati aggiornati a qualche giorno addietro, l’attività di verifica disposta dall’amministrazione comunale ha fruttato poco più di 190 mila euro. Cifra che come detto ha consentito di superare addirittura del 60 per cento gli introiti registrati nel 2011 e quindi le prudenziali aspettative inserite in bilancio di previsione recentemente approvato, a maggioranza, in Consiglio comunale. Soglia che comunque l’amministrazione comunale ha in animo di superare entro la fine dell’anno, sfruttando il periodo delle festività natalizie. Per ora il lavoro sinergico portato avanti su input del governo cittadino, dall’assessorato al Commercio e dal comando di Polizia municipale ha dato dunque i suoi frutti.  Anche se molto si deve ancora fare per arginare il proliferare estivo di “tavolino selvaggio” e nella lotta agli abusivi.

“Questi risultati lusinghieri premiano tanto la volontà dell’Amministrazione comunale di attivarsi, da subito, su tale settore quanto l’ottimo lavoro svolto dagli uffici comunali e dalla Polizia municipale, a principale beneficio delle casse comunali” commenta l’assessore alle Attività produttive, Antonio Piteo. Che continua: “È chiaro che si tratta di un dato parziale e che quindi l’introito finale, sino alla fine dell’anno, troverà ulteriore implementazione. Come resta altrettanto palese, al netto di critiche preconcette avanzate per placare il gusto polemico, che i risultati si vedono e si rafforzano dopo diversi mesi, in quanto  si sta seguendo l’iter previsto dalle leggi. Il dato in progressivo e costante aumento lo testimonia a chiare lettere”. Sull’argomento è intervenuto anche il sindaco, Francesco Errico. “Come nel caso del Piano della pubblicità” spiega il primo cittadino, “si tratta di un altro segmento che si inserisce nel quadro più generale su cui l’Amministrazione comunale si sta impegnando e che mira a garantire una costante e progressiva razionalizzazione delle risorse economiche a disposizione dell’ente, scelta sempre più obbligata in periodi particolarmente difficili, a livello economico, come il nostro. Pertanto è consequenziale che tale politica verrà perseguita anche negli altri settori dell’attività amministrativa”.

E sempre dall’assessorato al Commercio, arriva una novità: si sta infatti provvedendo ad istituire una sezione sperimentale del mercatino dell’antiquariato”, la cui attivazione dovrebbe partire dal prossimo mese di dicembre. “L’idea è quella di prevedere un mercatino dell’antiquariato, come quello presente in piazza Carducci, ogni primo sabato del mese, per cinque mesi, nella zona di viale Europa” spiega l’assessore Piteo, “al fine di rivitalizzare una zona che a livello commerciale è stata oggettivamente penalizzata dallo spostamento del mercato settimanale. Il progetto ha natura sperimentale, ma siamo certi che possa proseguire, col conforto dei risultati, anche dopo il periodo inizialmente previsto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli del suolo pubblico. E il Comune incassa circa 200 mila euro

LeccePrima è in caricamento