Mercoledì, 28 Luglio 2021
Gallipoli

Tre cuccioli vagano tra i binari. Il treno si ferma con puntualità

Storia a lieto fine sulla tratta Taviano-Gallipoli dove un Atr220 delle Ferrovie Sud Est arresta la corsa ed evita di investire tre cuccioli di pastore tedesco. Macchinista e capotreno salvano i cani e i passeggeri li ringraziano

Foto di repertorio.

TAVIANO – Tre cuccioli di pastore tedesco, smarriti e vaganti sui binari, salvati appena in tempo. Merito della prudenza e accortezza del macchinista e del capotreno di una littorina delle Ferrovie sud est partita dalla stazione di Taviano e diretta verso Gallipoli. Una bella storia  a lieto fine. Che riscalda il cuore e riconcilia la giornata dei tanti fatti tragici e dalle notizie raccapriccianti che la cronaca ribatte senza sosta. Il fatto risale alla mattinata di ieri lungo la strada ferrata della tratta Casarano-Gallipoli, a poca distanza dalla stazione di Taviano da dove il treno in questione, un moderno Atr220, è ripartito intorno alle 10,30 per dirigersi verso la città bella. A bordo della vettura una decina di passeggeri tra cui una famiglia di origine tedesca (la signora Gherty e le sue figlie) che aveva deciso di utilizzare il mezzo pubblico per trascorre qualche ora di svago in quel di Gallipoli. Ed è proprio la sensibile passeggera a testimoniare il lieto evento accaduto durante il breve tragitto che separa la stazione di Taviano da quella gallipolina.

Il treno dopo la partenza, marciando a vista, e con andamento lento ad un certo punto a fermato la  sua corsa tra l’incredulità dei viaggiatori. Si ipotizzava un guasto meccanico o addirittura qualche incidente di percorso. Ma a rasserenare gli animi è arrivata la comunicazione del macchinista che con fare gentile e scherzoso ha annunciato: “Gentili passeggeri, ci scusiamo per il disagio della fermata ma in questo modo abbiamo salvato la vita di tre cuccioli di cane che passeggiavano sui binari. Vi auguriamo buon proseguimento''.

La notizia è stata appresa con gioia e soddisfazione dai passeggeri il cui disagio per l’arresto del treno è stato per altro impercettibile. Il tutto si è consumato in una manciata di minuti e il treno ha poi ripreso tranquillamente la sua corsa verso Gallipoli. Il macchinista e il capotreno, dopo aver fermato la vettura che viaggiava a bassa velocità e nel rispetto delle tabelle di marcia, sono scesi rapidamente dal treno e hanno “accompagnato” i tre cuccioli vaganti sui binari, fuori dalla sede ferroviaria. E tutto è ritornato alla normalità. E anche per la signora Gherty e la sua famiglia, una volta giunti a destinazione, il caffè preso a Gallipoli sarà stato più dolce del solito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre cuccioli vagano tra i binari. Il treno si ferma con puntualità

LeccePrima è in caricamento