Gallipoli Via de Pace Antonietta

Cresce allarme furti anche nella Città Bella. Nel week end gli ultimi colpi

Dopo le periferie in crescita le "visite" dei ladri nel centro storico. Nel mirino persone anziane o sole che si allontanano da casa per andare a fare la spesa o seguire la messa. Intensificati i controlli, in attesa delle telecamere

La volante della polizia a Gallipoli

GALLIPOLI - Non solo nei quartieri popolosi di Lecce o tra i vicoli dei paesi del sud Salento. Anche tra le periferie e soprattutto nel centro storico di Gallipoli non si vivono pomeriggi o serate tanto tranquille. Soprattutto per le persone anziane, o piccoli nuclei familiari, colpiti dalle razzie dei ladruncoli. Un'escalation in ascesa che nei mesi scorsi ha interessato le zone periferiche o disabitate. Con incursioni a volte riuscite ed altre fallite, tra le villette delle marine e i palazzi, ancora disabitati, dei quartieri residenziali e turistici. Ma che negli ultimi due mesi hanno interessato con più frequenza alcune abitazioni e qualche locale nel cuore del borgo antico o lungo le riviere. Gli ultimi episodi segnalati, con l’intervento sul posto delle volanti del commissariato locale, sono quelli di sabato sera. Due i furti registrati in due appartamenti, uno dei quali con affaccio anche sulla centralissima via Antonietta De Pace e piazza Della Repubblica.

Il primo episodio poco dopo le 19, in una stradina attigua a via De Pace. La proprietaria si era allontanata per effettuare alcune commissioni e al rientro ha trovato la casa letteralmente sottosopra. Evidente il passaggio di qualcuno che ha rovistato in mobili e cassetti approfittando della temporanea assenza della donna.

Nemmeno il tempo di terminare il sopralluogo e gli agenti delle volanti sono stati allertati, poco dopo le 22, dalle proprietarie di un'abitazione al primo piano con affaccio su via De Pace. Al rientro nell’abitazione una delle anziane residenti non è riuscita ad aprire la porta di casa. Per questo ha avvertito una parente, chiedendo aiuto, e pensando ad una rottura della serratura. Dopo diversi tentativi le due donne sono riuscite a sbloccare la porta e a far rientro nell’abitazione. Scoprendo così che la stessa era stata bloccata dall’interno con una sbarra e che le stanze erano state visitate dai ladri che sono probabilmente entrati forzando una porta d’accesso di un terrazzino di pertinenza dell’abitazione. Portati via alcuni oggetti d’oro custoditi nei cassetti. Nuovi rilievi sono stati effettuati questa mattina dalla polizia in cerca di tracce utili per risalire ai responsabili.               

Si tratta solo degli ultimi episodi di cui si ha contezza in ordine di tempo. Anche un locale della riviera Nazario Sauro, nei giorni scorsi, aveva ricevuto la visita indesiderati dei balordi. Una recrudescenza nella città vecchia ravvisata fin dal periodo pasquale in concomitanza con lo svolgimento dei riti religiosi e le partecipazioni alle funzioni liturgiche nelle chiese confraternali. Con piccole scorribande di ladruncoli a caccia di denaro o oggetti in oro da trafugare. Un allarme sociale che aveva fatto sbottare anche il parroco della cattedrale di Sant’Agata, don Piero De Santis, che aveva lanciato il suo monito direttamente dalle mura del centro storico durante la processione della Desolata e la benedizione del mare, del Sabato Santo. Alcuni furti sono stati ovviamente denunciati alle forze dell’ordine cittadine, ma ci sono anche episodi di tentativi di effrazione o di colpi mancati che non sono stati segnalati formalmente. I controlli sono stati comunque intensificati.

Così come preziosa sarebbe la segnalazione, anche anonima, di movimenti o della presenza di soggetti sospetti, per supportare il lavoro delle forze dell’ordine e porre fine a tali incresciosi episodi. Dal versante dell’amministrazione  comunale si parla per il centro storico dell’attivazione, al più presto, di un presidio dei vigili urbani e dell’installazione di nuove telecamere per la videosorveglianza che dovranno servire anche per garantire maggiore controllo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce allarme furti anche nella Città Bella. Nel week end gli ultimi colpi

LeccePrima è in caricamento