menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto, un gruppo di titolari di licenze Ncc.

Nella foto, un gruppo di titolari di licenze Ncc.

“Troppi abusivi”, noleggiatori con l’acqua alla gola. Protesta a bordo delle navette

I titolari della licenze Ncc di Gallipoli hanno dichiarato lo stato di agitazione e protestato in strade in Comune. Incontro con sindaco e operatori

GALLIPOLI - “Troppi abusivi in giro e servizi concorrenti, sia pubblici che delle strutture ricettive, e noi non lavoriamo più”. La protesta dei titolari delle licenze Ncc, noleggio con conducente, va in strada e le navette strombazzano tutto il loro dissenso per le vie di Gallipoli. E’ accaduto questa mattina, così come preannunciato dal raggruppamento del consorzio dei noleggiatori gallipolini, con mezzi e operatori che hanno interrotto il servizio pubblico di trasporto per radunarsi presso il parcheggio del cimitero di via Zacà e poi muovere, in corteo pacifico e rumoroso, verso corso Roma, il periplo del centro storico e infine riversandosi presso la sede comunale di via Pavia.        

I titolari delle licenze per il noleggio con conducente sono esasperati e sono tornati a chiedere con forza l’intervento delle istituzioni comunali e delle associazioni di categoria dei balneari e degli imprenditori turistici per trovare una soluzione che possa impedire il perdurare della crisi nel settore dei trasporti cittadini legati alle navette. Un aspetto che una folta delegazione di operatori aveva palesato, anche con toni rudi e rabbiosi, già nell’ambito dell’incontro di sabato scorso nella sede comunale in cui il sindaco Stefano Minerva aveva annunciato i provvedimenti per fronteggiare  l’estate caos. Già in quell’occasione i conducenti delle navette hanno chiesto a gran voce di “bloccare gli abusivi e i servizi concorrenti nei trasporti cittadini che stanno penalizzando l’intera categoria”. Anche sul quel versante, grazie all’implementazione dell’organico dei vigili urbani con l’assunzione di almeno 25 unità, tra stagionali e par time a tempo indeterminato, e ad un incontro con i titolari di Ncc ed esteso anche balneari, il Comune ha annunciato che si aumenteranno i controlli e si cercheranno soluzioni condivise.

I noleggiatori hanno riassunto i motivi del loro malcontento in una lettera consegnata già ieri al sindaco e protocollata presso il comando della polizia locale, sottoscritta dal portavoce dei conducenti Mirco Casarano per contro di 36 titolari di licenza Ncc di Gallipoli. Nella stessa missiva i noleggiatori hanno preannunciato lo stato di agitazione e la manifestazione, con interruzione del servizio per alcune ore, di questa mattina “a tutela della legalità e del lavoro svolto con correttezza e professionalità dai conducenti regolari”. La protesta secondo quanto riferito degli autisti delle navette è scaturita principalmente dal fatto che circolano in città “troppi abusivi” e che spiagge, lidi, hotel, b&b e altre strutture private si sono organizzate con mezzi propri per il trasporto dei loro clienti e dei turisti penalizzando il volume d’affari e la richiesta dei servizi dei noleggiatori.

Video: la protesta dei noleggiatori

E altra lamentela sulla “mancanza di lavoro” per le navette  viene ricondotta  alla chiusura forzata, dettata da inchieste, sentenze di tribunali e revoche di licenze amministrative, che hanno colpito varie strutture considerate attrazioni della movida e del turismo gallipolino. “Subiamo un grave disagio a causa di un evidente trasporto abusivo di passeggeri soprattutto da parte dei gestori dei lidi, di b&b e strutture varie che più volte al giorno ed in più punti della città prendono a bordo di mezzi di fortuna i passeggeri e turisti e noi facciamo la fame e nessuno muove un dito per aiutarci” scrivono i titolari delle licenze per noleggio con conducente. Mal digerito anche il servizio, considerato concorrenziale, della metropolitana di superficie delle Fse, attivato su richiesta esplicita di Comune e Regione, per raggiungere le località del litorale e in particolare la Baia Verde.

“Questa mattina ho accolto una delegazione degli Ncc, coloro che  con licenza, operano sul territorio fornendo servizi di trasporto con le navette” spiega il sindaco Minerva coadiuvato dall’assessore al turismo, Emanuele Piccinno, “e dopo essere sceso in strada per dialogare con l'intero gruppo, ho avuto un successivo chiarimento con un numero ristretto per trovare insieme un punto di incontro. Varie le problematiche segnalate che, nell'interesse della comunità e non del singolo, si proveranno ad affrontare. Per questo motivo, ho convocato per domani una riunione tecnica con gli stakeholders locali, rappresentanti di categoria dei balneari e strutture ricettive, così come richiesto dalla delegazione intervenuta in riunione. Si cercherà insieme una soluzione, nel rispetto della legalità e del bene comune” conclude il primo cittadino, “solo così, instaurando un dialogo costruttivo, si potranno ottenere risultati soddisfacenti”. Già in alcuni incontri preliminari di inizio stagione l’amministrazione comunale aveva garantito l’avvio di un ragionamento su alcune difficoltà lamentata dagli Ncc, chiedendo di contro un maggiore rispetto delle regole e la collaborazione per frenare la deregulation dell’affissione selvaggia per la publicizzazione dei servizi di noleggio. Il sindaco Minerva ha ribadito la necessità di operare maggiori controlli sulla categoria per “stanare” i noleggiatori non regolari. E i 36 titolari delle licenze comunali di noleggio con conducente  ribadiscono in coro: “E’ il Comune che deve fermare gli abusivi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento