Sabato, 31 Luglio 2021
Gallipoli

Da Oria a Lecce per infrangere specchietti. Denunciati i due truffatori

Un uomo di 42 anni e un complice di 43, dovranno rispondere del reato di danneggiamento di autovettura e tentata truffa in concorso. Avrebbero mandato in frantumi lo specchietto dell'auto di una donna, chiedendole un risarcimento

Lo specchietto di un'automobile

ALEZIO - Quello dello "specchietto" è il principale capitolo da studiare, contenuto da un potenziale manuale della truffa. Devono averlo intuito piuttosto bene due uomini, originari di Oria, rispettivamente di 42 e 43 anni che, questa mattina, sono finiti nei guai con l'accusa di simulazione di reato, danneggiamento di autovettura e tentata truffa in concorso. Entrambi noti alle forze dell'ordine, sono stati identificati come i due autori di un raggiro, compiuto ai danni di un'automobilista, lo scorso 16 maggio. Nel pomeriggio di quella giornata la donna, originaria di Parabita, si trovava su una delle vie centrali di Alezio, a bordo del suo veicolo.

La coppia di malviventi le avrebbe intimato l'alt, accusandola di aver infranto loro lo specchietto laterale. Per rendere ancora più credibile la farsa, i due hanno fatto ricorso al miglior repertorio istrionico: hanno, infatti, persino impugnato un arnese appuntito, sfregiando la fiancata dell'auto della vittima. Le hanno chiesto la somma di 100 euro, a mo' di risarcimento per il danno subito ma la donna, fiutando la truffa, si sarebbe rifiutata. Non contenti, e intestarditi,  i due uomini si sono  persino recati presso la stazione locale  dei carabinieri, convinti di sporgere denuncia nei confronti della donna, accusandola di danneggiamento. I militari della caserma di Alezio, però, hanno avviato un'accurata indagine, scoprendo il tentativo di truffa e avviando ulteriori accertamenti per chiarire se si siano verificato episodi analoghi, riconducibili agli stessi autori.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Oria a Lecce per infrangere specchietti. Denunciati i due truffatori

LeccePrima è in caricamento