Nella biblioteca comunale / Gallipoli

I velisti del giro del mondo in catamarano si raccontano nella Settimana del Mare

Nell’ambito dell’undicesima edizione della rassegna gallipolina Carmine e Vincenzo Vetrugno racconteranno l’esperienza del progetto interrotto solo per alcuni problemi all’imbarcazione e personali. Domenica la consegna dei premi “Vela Latina”

GALLIPOLI – Entrano nel vivo gli appuntamenti della Settimana della cultura del mare che si svolge sino a domenica prossima nella città di Gallipoli. Dopo il taglio del nastro di lunedì presso il foyer del Teatro Italia per l’inaugurazione dell’undicesima edizione, da domani si entra già nella terza giornata degli eventi tematici in calendario.

Di scena, a partire dalle 10, presso la biblioteca comunale di Sant’Angelo nel centro storico, saranno i velisti salentini Carmine e Vincenzo Vetrugno che racconteranno l’esperienza del progetto del giro del mondo in catamarano a vela senza scalo, interrotto solo per alcuni problemi all’imbarcazione e personali.  

A colloquio con i due velisti vegliesi ci saranno il professor Genuario Belmonte dell’Università del Salento, partner scientifico dell’impresa per la mappatura dei mari, l’istruttrice di vela Federica Rima, la presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Gallipoli, Stefania D’Amato, la dirigente dell’istituto superiore Vespucci, Paola Apollonio. L’ingresso è libero.

Il programma dell’undicesima edizione della Settimana della cultura del mare si articola in sette giornate dense di appuntamenti dedicati alle tematiche del mare con una lente di ingrandimento sui cambiamenti climatici e le sue conseguenze.  Rivolta ad un target ampio e trasversale, la rassegna è strutturata in laboratori per grandi e piccoli, proiezioni video, incontri tematici, mostre, visite guidate, degustazioni di prodotti del mare e una serata di gala in cui vengono consegnati i premi “Vela Latina” a coloro che si sono distinti per la particolare dedizione al mare.

L'incontro in biblioteca-2

Questa mattina presso l’aula magna del liceo Quinto Ennio, si è svolta invece l’iniziativa “A scuola col Mare” con Lucia Anania che ha presentato il suo studio “Il mito greco e il mare: Medea e il mito degli scogli dannati tra antichità e folklore”.

Inaugurazione ed eventi della Settimana del Mare

Al Teatro Italia i “Fumetti del mare”

Lunedì mattina presso il foyer del Teatro Italia di Corso Roma si è svolta l’inaugurazione dell’undicesima edizione della “Settimana della Cultura del Mare” e della mostra internazionale “Fumetti del mare”, con la presenza della presidente del consiglio regionale, Loredana Capone, il sindaco di Gallipoli, Stefano Minerva, la presidente dell’associazione “Puglia&Mare”, Alessandra Bray, con la partecipazione delle autorità cittadine e patrocinanti.

La mostra “Fumetti dal mare” ruota intorno al concetto di mare: il mare che è stato, ed è, crocevia di scambi commerciali e culturali. L’esposizione si compone, infatti, delle opere di sei artisti internazionali che hanno interpretato, con le loro diverse tecniche, il mare come metafora, come elemento primordiale e generatore, uno spazio di incontro, passaggio, inclusione e scoperta.

A comporre la mostra sono le opere di Shpend Bengu (Albania), Gianluca Costantini (Italia), Thomas Gilbert (Francia), Elena Gogou (Grecia), Roberta Muci Joe1 (Italia) e Marco Paschetta (Italia).

La mostra, curata da Elisabetta Tramacere e Donata Bologna e coordinata da Alice Bottega, si inserisce nel più ampio progetto "Dal Mare Comics Festival 2022” prima edizione del festival pugliese dedicato al fumetto contemporaneo, promosso dal Polo Biblio-museale di Lecce (Regione Puglia) e finanziato dal ministero della Cultura.

“A Gallipoli il mare non è solo grande bellezza, Bandiera Blu 2023, ma anche e sempre di più ricchezza. Un patrimonio storico, artistico e culturale che ci viene donato da questa città e che va valorizzato tutto l’anno, 365 giorni, con privilegio del clima e della splendida luce del cielo di Puglia, tanto ammirato da registi di tutto il mondo” ha commentato la presidente dell’assise regionale, Loredana Capone, “insomma, tutti gli ingredienti per creare un lavoro stabile nei settori del turismo sostenibile, dell’arte e della cultura. E per ridurre il dramma dell’emigrazione che ancora strozza la crescita della nostra terra”.

“È questo il messaggio che ho voluto lanciare lunedì mattina ai tanti giovani presenti. Siete liberi di andare, ma saremmo molto orgogliosi se sceglieste di restare. D’altra parte, in questi anni, come Regione Puglia abbiamo dimostrato come nella nostra terra una risorsa importante come il mare può convivere con l’arte, la cultura, l’industria delle imbarcazioni, la portualità turistica e la pesca”.

“Sono convinta, infatti,” conclude Loredana Capone, “che questi settori possano fare la differenza rendendo ancora più attraente la Puglia per gli operatori, per i turisti e per chi ha fatto del patrimonio ittico dei suoi mari il proprio lavoro. Mare e coste da vivere 365 giorni l’anno. È questo che abbiamo ricordato alle ragazze e ai ragazzi che erano con noi a inaugurare la settimana: prenderci cura del mare significa prendersi cura di tutti noi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I velisti del giro del mondo in catamarano si raccontano nella Settimana del Mare
LeccePrima è in caricamento