Mercoledì, 4 Agosto 2021
Gallipoli

Maltrattamenti di una madre sulle figlie. Attendibili le loro ricostruzioni

L'inchiesta, nelle mani del pm Carmen Ruggiero, vede al centro un comune del circondario gallipolino. Dopo la morte del padre, le due bambine sono state trasferite in comunità dove hanno trovato la forza di parlare

LECCE – E’ una triste storia di violenza, degrado, soprusi e infanzia violata quella che arriva da un comune di poche migliaia di abitanti a una manciata di chilometri da Gallipoli. Una squallida vicenda di sevizie e maltrattamenti consumati tra le mura domestiche. A farne le spese due bambine che all’epoca dei fatti avevano meno di dieci anni. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore della repubblica di Lecce, Carmen Ruggiero, hanno portato alla luce uno scenario davvero drammatico, con la mamma (una donna di 37 anni di origini ungheresi ma residente nel Salento) delle due piccole vittime che per mesi si sarebbe accanita sulle sorelline.

A dare avvio all’inchiesta, circa un anno addietro, la denuncia dei servizi sociali, che hanno scoperto i segni delle violenze sui corpi delle bimbe (lividi e bruciature di sigarette) e i comportamenti anomali delle stesse, sintomi inequivocabili di violenze subite. Dopo la morte del padre, vista la situazione di profonda indigenza familiare, sono state trasferite in una comunità, dove hanno trovato la forza e il coraggio di raccontare l’inferno vissuto. Le piccole vittime di questa tragica storia sono state ascoltate prima da uno psichiatra, il dottor Domenico Suma, che ha confermato l’attendibilità di una delle due, e poi dal pubblico ministero. Quelle dichiarazioni saranno ora raccolte in sede di incidente probatorio, che sarà fissato dal gip, in modo da finire negli atti del fascicolo.
 
Le indagini, condotte dai carabinieri, avrebbero trovato ulteriori riscontri alle ipotesi accusatorie sulla base delle dichiarazioni di alcuni familiari e di persone vicine alla donna.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti di una madre sulle figlie. Attendibili le loro ricostruzioni

LeccePrima è in caricamento