Gallipoli

Chiese aperte nelle serate d’estate. Riparte il progetto di Gallipoli Nostra

Da giovedì e sino al 17 settembre sarà riattivato il servizio di visite guidate dalle 19 alle 22 curato dall'associazione retta da Elio Pindinelli. Il progetto si integra con le aperture di chiese e monumenti del sabato con Open Days

Turisti a Gallipoli.

GALLIPOLI – Alla scoperta dei luoghi di culto e delle tradizioni storiche e religiose della città bella. Dal prossimo 17 luglio torna in auge il progetto delle “Chiese aperte” in quel di Gallipoli. Anche quest’anno l’associazione Gallipoli Nostra (presieduta da Elio Pindinelli dopo l’avvicendamento nei mesi scorsi con Francesco Fontò), attiverà il servizio di guide gratuite presso le principali chiese e gli oratori delle confraternite del centro storico di Gallipoli. Un progetto iniziato sei anni fa proprio lungo le riviere gallipoline ancor prima che fosse esportato anche a Lecce.

Da giovedì e fino al prossimo 17 settembre quindi nella concattedrale di Sant’Agata, nella chiesa di San Francesco d’Assisi e negli oratori confraternali del Santissimo Crocifisso e della Purità (nella fascia oraria dalle 19 alle 22), sarà assicurato un servizio di guide particolarmente preparate, che forniranno gratuitamente ai visitatori informazioni storico-culturali e turistiche,  illustrando il monumento in tutti i suoi aspetti. Nel progetto sono stati coinvolti, facendo seguito alla sottoscrizione di un apposito protocollo d’intesa, la diocesi di Nardò-Gallipoli e la parrocchia di Sant’Agata, le confraternite del Crocifisso e della Purità. Il progetto è finanziato interamente dall’associazione Gallipoli Nostra, che sta curando per Pugliapromozione, per il tramite del Comune di Gallipoli, il progetto Open Days 2014. Il progetto Chiese aperte perciò si integra con le aperture straordinarie di chiese e monumenti di Gallipoli tutti i sabati, da luglio a settembre, dalle  20 alle 23.

Altre informazioni dettagliate possono essere attinte dal sito ufficiale dell’associazione all’indirizzo www.gallipolinostra.it. Il portale si presenta particolarmente articolato con una vera e propria guida alla conoscenza della città, della sua storia e dei monumenti. Dal sito è possibile poi scaricare intere pubblicazioni edite dall’associazione e visualizzare centinaia di immagini del ricco patrimonio culturale e storico della città. Alcune pagine sono dedicate ai musei e gallerie d’arte della città tra cui il museo diocesano, gestito sempre dall’associazione, e i frantoi ipogei di palazzo D’Acugna-Granafei e di via Angeli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiese aperte nelle serate d’estate. Riparte il progetto di Gallipoli Nostra

LeccePrima è in caricamento