Martedì, 27 Luglio 2021
S.M. Leuca

Devolute in beneficenza 15mila paia di calzature confiscate dai doganieri

Le scarpe per donna fanno parte di uno stock confiscato per violazioni in materia doganale dal personale dell'ufficio di Taranto. Su disposizione della Procura sono state cedute a don Lucio Ciardo, presidente del Banco delle opere di carità di Alessano. Saranno distribuite in tutta Italia

ALESSANO – In tempi di crisi meglio riciclare che distruggere. Ed ecco che quasi 15mila paia di scarpe per donna sono pronte per essere smistate in tutta Italia.

Base di partenza: il Capo di Leuca. Per l’esattezza, si tratta di 14mila e 376 paia di calzature. Parte degli oggetti giornalmente finiti nel mirino del personale dell’ufficio delle dogane, in questo caso di Taranto. Il quale ha ricevuto autorizzazione dell’autorità giudiziaria a procedere alla cessione, affinché le scarpe possano andare ai piedi di chi ne ha necessità.  

Tutta la merce in questione è oggetto di confisca per violazione della normativa doganale. Ed è stata consegnata a don Lucio Ciardo, presidente del Banco delle opere di carità, la cui sede principale è ad Alessano. Ora al Banco è delegato il compito di distribuire le calzature a beneficio della popolazione bisognosa, in varie zone del territorio italiano.

Il I Banco delle opere di carità si occupa, fra l’altro, della raccolta di vari generi e merci, dalle eccedenze alimentari, ai prodotti igienico sanitari, fino ai farmaci da banco. Sono destinatari delle opera di beneficenza comunità per minori, ragazze madri e per anziani, centri d’accoglienza e mense, ma anche  comunità per tossicodipendenti e Aids, persone portatrici di handicap e centri caritativi. Oltre alla sede di Alessano, ve ne sono altre a Squinzano, Foggia e Bari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Devolute in beneficenza 15mila paia di calzature confiscate dai doganieri

LeccePrima è in caricamento