Sabato, 24 Luglio 2021
S.M. Leuca

Rubano un furgone per fare razzia nell’ex calzaturificio. Due 21enni nei guai

Una coppia di ragazzi, entrambi di Casarano, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Tricase. Dopo aver sottratto un mezzo a Collepasso, hanno raggiunto lo stabilimento "Adelchi", per fare incetta di stampi in alluminio. Ma il colpo è stato scoperto. Tre mesi addietro, i due restarono coinvolti in un incidente, mentre viaggiavano a bordo della stessa auto

L'ex stabilimento Adelchi, a Tricase.

TRICASE - Un furto nel furto. Il secondo, fortunatamente, soltanto tentato. Ma il piano, forse studiato da tempo, è andato in fumo e i due autori sono finiti nei guai. Entrambi 21enni,  originari di Casarano, sono stati arrestati dai carabinieri nella serata di ieri. Si tratta di Cosimo Giorgino e Matteo Simone De Blasi, fermati dai militari delle stazioni di Alessano e Specchia, assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase. L’accusa, nei loro confronti, è quella di furto aggravato.DE BLASI MATTEO SIMONE_-2

La coppia di giovani ha cercato di mettere a segno un colpo all’interno dell’ex calzaturificio “Adelchi” di Tricase, dopo aver sottratto un furgoncino Renault Kangoo, di proprietà di un artigiano residente a Collepasso. Sono state le immediate ricerche, eseguite mediante l'utilizzo del sistema satellitare, a consentire di localizzare il mezzo presso la zona industriale di Tricase. Sul posto, infatti, i  militari   dell’Arma hanno sorpreso Giorgino e  De Blasi mentre, dopo aver scavalcato la rete di recinzione,  si erano introdotti nello stabilimento industriale dismesso, allo scopo di asportare gli stampi in alluminio custoditi in alcuni capannoni.

A confermare il loro piano, costatogli caro,  la porta di ingresso visibilmente forzata. I due sono stati colti con le mani nel sacco e, al termine delle formalità  di rito, sono stati  dichiarati in arresto ed accompagnati presso le rispettive abitazioni, dove sono  stati ristretti l regime degli  arresti domiciliari. A disporre la misura cautelare, il  pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, Elsa Valeria Mignone. il mezzo, recuperato, è stato restituito al legittimo proprietario.GIORGINO COSIMO_-2

Che i due ragazzi fossero "soci" e amici da tempo, peraltro, non vi sono dubbi. Tre mesi addietro, infatti, era il primo marzo, i due restarono coinvolti in un grave incidente, sulla strada provinciale che congiunge Casarano a Ruffano. Nel sinistro restò ferita anche una donna, a bordo della sua Punto, mentre i due viaggiavano a bordo di una Fita Uno. L'impatto, frontale, avvenne intorno alle 9 del mattino. De Blasi, alla guida del veicolo, finì assieme al proprio amico presso l'ospedale di Casarano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano un furgone per fare razzia nell’ex calzaturificio. Due 21enni nei guai

LeccePrima è in caricamento