Mercoledì, 16 Giugno 2021
S.M. Leuca

Trovati con tre cellulari e un tablet rubati da un ombrellone. Denunciata coppia

Un 44enne e la convivente di 21 anni, entrambi di Castrignano del Capo, sono stati deferiti per ricettazione dagli agenti del commissariato di Taurisano. In casa rinvenuto il bottino di un furto avvenuto in un lido di Pescoluse ai danni di un imprenditore: quest'ultimo ha ricevuto un alert via sms, quando la giovane ha utilizzato uno dei suoi telefoni

Foto di repertorio

CASTRIGNANO DEL CAPO – In casa, telefoni cellulari e un tablet oggetto di furto. Gli agenti di polizia, al termine di una perquisizione domiciliare eseguita nella giornata di ieri, presso l’abitazione di una giovane coppia della zona del Capo, ha deferito due persone per concorso in ricettazione. Si tratta di L.F. di 44 anni, e di C.N., di 21 anni.

Vittima dell’episodio un noto imprenditoere barese che opera da tempo nel basso Salento, circa due settimane addietro, su una spiaggia in località Pescoluse, presso il lido ha subito dopo aver fatto un bagno. Il malcapitato si è accorto che sotto l’ombrellone non c’era più la borsa in cui teneva, tra gli  altri effetti personali, i cellulari e un tablet. E’ stata subito sporta denuncia presso presso gli uffici del Commissariato  di Taurisano, diretto dal vicequestore aggiunto Salvatore Federico.

Al ritrovamento della refurtiva e a indirizzare i poliziotti nell’abitazione dei due è stato il sistema di localizzazione attivatosi nel momento in cui in uno dei cellulari rubati. Nella mattinata di ieri, infatti,  il proprietario ha ricevuto l’alert tramite un sms e ne ha dato notizia agli agenti: questi ultimi hanno immediatamente svolto gli accertamenti conseguenti e, attraverso il numero seriale della scheda inserita. sono risaliti all’intestatario della stessa, una 21enne di Castrignano del Capo.

Ulteriori verifiche hanno consentito di accertare che la ragazza conviveva con il 44enne: trovata l’abitazione, su autorizzazione del pm di turno, Emilio Arnesano, i poliziotti hanno proceduto ad effettuare una perquisizione domiciliare. La verifica ha dato esito positivo: nel comodino della camera da letto gli agenti rinvenivano tre telefoni cellulari, mentre il tablet è stato spontaneamente consegnato dal convivente della ragazza. Quanto rinvenuto è stato posto sotto sequestro per la successiva restituzione al legittimo proprietario, mentre i due sono finiti nei guai.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovati con tre cellulari e un tablet rubati da un ombrellone. Denunciata coppia

LeccePrima è in caricamento