Sabato, 31 Luglio 2021
S.M. Leuca

Terzapagina. Arriva l’eclisse di sole, sarà visibile da un telescopio “web”

Si potrà assistere al fenomeno grazie alla diretta streaming sul sito del Parco astronomico "Sidereus" di Salve. Per 38 minuti, a partire dalle 14,06, la luna lambirà il sole e darà vita a un suggestivo spettacolo naturale. Il Salento è una zona privilegiata: da Bari in su, non è più osservabile

Foto di repertorio (@TM News/Infophoto)

SALVE – Per 38 minuti il “bordo” della  Luna lambirà quello del Sole. La penisola salentina è una delle zone privilegiate che, a partire dalle 14,06 di questo pomeriggio, fino alle 14,44, potrà assistere all’eclisse parziale, osservabile soltanto per il tre, massimo quattro per cento rispetto alla visibilità totale. Il fenomeno sarà più accentuato nella zona dell’Africa centrale, nella fascia equatoriale, dove lo spettacolo sarà invece nitido fino al 90 per cento.

L’eclisse di Sole, detta “ibrida” perché in parte totale e in parte anulare, sarà anche percettibile a occhio nudo, servendosi di uno di quei vetrini di colore verde o azzurro, tipicamente utilizzati nelle maschere per saldatori. Ma la novità, in questa occasione, è che gli astrofili potranno assistere allo spettacolo naturale direttamente da un telescopio collegato con il  web. Con una diretta streaming consultabile sul sito del Parco astronomico “Sidereus” di Salve, coordinato dal  divulgatore scientifico Vito Lecci.

Basterà collegarsi al link www.parcoastronomico.it/sidereus/contatti/, effettuare una registrazione e accedere al sito. E visualizzare quel puzzle di corpi celesti da cui è stato “escluso” il resto dello Stivale. Della parziale oscurazione potranno infatti godere, oltre al Salento, le regioni del Sud tra cui Campania, Sicilia e Sardegna.  In Puglia, invece, ad essere allietati sarà soltanto la parte meridionale e una piccola porzione della provincia di Bari. Foggia resta esclusa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. Arriva l’eclisse di sole, sarà visibile da un telescopio “web”

LeccePrima è in caricamento