Domenica, 25 Luglio 2021
S.M. Leuca

Si finge titolare del bar ed evade 126 mila euro. Finisce nei guai

Una caffetteria è finita nella rete dei controlli delle "fiamme gialle". Per un biennio, sarebbe stata gestita da un titolare fittizio, che avrebbe anche omesso la comunicazione di svariate migliaia di euro dalla dichiarazione

Un'immagine dei militari della Guardia di finanza

GAGLIANO DEL CAPO - A partire da due anni addietro, nel 2010, avrebbe finto di essere il  proprietario di una caffetteria di Gagliano del Capo, che effettua anche il servizio di ristorazione, senza dichiarare, al contrario, di essere solo un dipendente. Il finto titolare, incappato nei controlli della guardia di finanza della tenenza di Leuca, sarebbe dunque il protagonista di un fenomeno evasivo che nel campo fiscale è denominato “interposizione fittizia”.

Nella pratica, è una prassi che consente al vero proprietario di ridurre o nascondere il proprio reddito, attribuendolo ad un soggetto diverso, magari nullatenente, attraverso l'intestazione ufficiale, a quest’ultimo, di atti, disponibilità patrimoniali e attività. I militari hanno scoperto un'omessa dichiarazione dei ricavi d'impresa, per una cifra che ammonta a circa 126 mila euro, alla quale si sommerebbero ulteriori 20 mila euro di Iva. L'Agenzia delle entrate, alla quale gli uomini delle "fiamme gialle" hanno inviato il verbale , completeranno prossimamente l'attività investigativa, attraverso l’azione di accertamento e riscossione delle imposte dovute nei confronti dell’effettivo titolare.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si finge titolare del bar ed evade 126 mila euro. Finisce nei guai

LeccePrima è in caricamento