menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Castro inquadrata dall'alto.

Castro inquadrata dall'alto.

Nuovo servizio per raccogliere i rifiuti. Finanziato il nuovo ecocentro

Dalla Regione 300mila euro per il progetto del Comune di Castro per la realizzazione del centro comunale di raccolta che sorgerà nella zona artigianale

CASTRO – Anche la comunità e il territorio di Castro avranno a disposizione, a breve, un ecocentro comunale che consentirà di implementare la raccolta dei rifiuti e innalzare la tutela ambientale nella località costiera che può fregiarsi ormai da anni della bandiera blu.

La proposta progettuale avanzata nel novembre dello scorso anno dall’amministrazione comunale del sindaco Luigi Fersini, per la realizzazione di un centro comunale di raccolta rifiuti differenziati nella zona Pip, ha ottenuto il via libera in questi giorni da parte del Dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche, ecologia e paesaggio della Regione Puglia. Il progetto per il nuovo ecocentro è stato finanziato nell’ambito dei fondi Fesr per un importo di 300 mila euro e in più ci sarà da sborsare solo un ulteriore quota minima di 4 mila euro a carico della case comunali.

Il nuovo centro di raccolta comunale dei rifiuti è stato localizzato dall’ente pubblico in un’area efficace ai fini del collegamento viario, nonché opportunamente distante da eventuali elementi ritenuti sensibili. Inoltre la posizione è coerente con l’esigenza di insistenza dell’opera nei pressi del centro abitato, così come richiesto dal regolamento regionale in materia. “L'attivazione dell'ecocentro a Castro” spiega Giuseppe Ciriolo, consigliere con delega all'Ambiente, “rappresenta per noi un motivo di grande soddisfazione. Sin dall'avvio di questa amministrazione comunale tanto si è fatto e tanto si sta facendo ai fini della tutela e valorizzazione dell'ambiente e del paesaggio, nonché della sensibilizzazione nei confronti delle tematiche ambientali. Il centro di raccolta comunale è l'ennesimo traguardo raggiunto in tal senso e ci consentirà di incrementare la raccolta differenziata, disincentivare l'abbandono abusivo dei rifiuti sul territorio comunale e agevolare anche il recupero del rifiuto. Continueremo su questa strada, nella certezza che il percorso intrapreso sia funzionale al miglioramento della qualità della vita di tutti, dai cittadini ai tanti turisti che ci visitano ogni giorno”.           

Con la realizzazione e l’attivazione tra qualche mese del nuovo ecocentro saranno messi a disposizione dei residenti e cittadini di Castro degli spazi appositamente attrezzati per raccogliere diverse tipologie di rifiuti urbani, elettronici, contenenti residui di sostanze pericolose e ingombranti in ferro o legno, o anche legati alla tradizionale raccolta differenziata di vetro, plastica, carta e lattine e barattoli, che hanno bisogno di punti di conferimento appositamente allestiti. Un servizio in più che andrà a incrementare i servizi di raccolta tradizionale con i cassonetti in strada e il porta a porta o a chiamata per il recupero degli ingombranti. “Da un punto di vista funzionale l’ecocentro risulterà, quindi, complementare ai servizi di igiene urbana diffusi nel territorio” chiariscono ancora dal Comune, “infatti la struttura avrà la caratteristica di integrare e completare i metodi di raccolta differenziata integrata spinta, estendendo la fruizione del servizio anche a giorni diversi da quelli previsti nel calendario giornaliero. Gli utenti trovano nell’ecocentro il giusto luogo per il conferimento delle diverse categorie di rifiuti valorizzabili, di rifiuti urbani pericolosi, di rifiuti speciali assimilabili agli urbani e di rifiuti ingombranti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento