Lunedì, 14 Giugno 2021
S.M. Leuca

Apre ai militari con l'orologio rubato al polso. In cella 33enne

Un uomo, già ai domiciliari, è finito nei guai, assieme ad un 25enne. Il giovane avrebbe rubato l'oggetto dalla chiesa, cedendolo al più anziano. Per entrambi, l'accusa è di furto aggravato e ricettazione

Foto di repertorio (tutti i diritti riservati)

GAGLIANO DEL CAPO - Gli sono stati revocati gli arresti domiciliari, ed è tornato in carcere, per aver violato gli obblighi imposti dalla legge. Francecso Trane, 33enne di Gagliano del Capo. Oltre al divieto di frequentare alcuni pregiudicati della zona, e quello di non commettere ulteriori reati, all'uomo  aveva una condanna a venti mesi per un furto in appartamento, avvenuto nel mese di luglio 2007. Ma alcuni giorni addietro, i carabinieri della stazione locale, hanno scoperto che, all’interno di una chiesa, uno sconosciuto aveva sottratto un orologio di poco valore, destinato ad essere venduto per racimolare alcuni contanti da devolvere in beneficenza.

Nel giro di poche ore, i militari dell'Arma sono riusciti a ricostruire, scrupolosamente, l'accaduto. Un 25enne del posto, noto alle forze dell'ordine per alcuni furti recenti, R.D., si è introdotto all'interno della chiesa, rubando l'oggetto. Condotto in caserma, l'uomo ha confessato il furto. ai carabinieri, dichiarando di aver ceduto la refurtiva a Trane. Raggiunto dai militari, il 33enne ha però aperto ai carabinieri, con l'orologio al polso, sciogliendo qualunque dubbio. L'oggetto del furto è stato sequestrato, mentre Trane è stato denunciato per furto aggravato - come il 25enne - e per violazione degli obblighi impostigli. Responsabile di aver continuato ad intrattenere rapporti con alcuni pregiudicati, e di aver commesso il reato di ricettazione, Trane è stato condotto in cella, dove continuerà ad espiare la pena.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre ai militari con l'orologio rubato al polso. In cella 33enne

LeccePrima è in caricamento