Sabato, 24 Luglio 2021
S.M. Leuca

Un guasto al motore e l'ultraleggero prende fuoco in volo. Feriti pilota e il suo soccorritore

L'incidente si è verificato a Gemini, la frazione di Ugento, nel pomeriggio. L'aviatore, originario del comune messapico, stava sorvolando i cieli della zona quando, per una fatalità, è avvenuto lo schianto. Ustioni di primo e secondo grado per lo sportivo e l'uomo che lo ha soccorso

@TM News/Infophoto

GEMINI (Ugento) – Le condizioni favorevoli c’erano tutte. Dalla temperatura mite che rasenta la perfezione, al cielo terso senza neppure l’ombra di una nuvola, alla voglia di un pilota originario di Ugento di vivere una giornata “In aria”, a bordo di un ultraleggero.

Settimo Salvatore, 60 anni, sorvolava, lieve, i cieli di Gemini, la frazione del comune messapico, nelle vicinanze di un campo volo. Poi, intorno alle 16,45, l’incidente. Non una distrazione, bensì una fatalità. Un guasto al motore che ha fatto precipitare lo sportivo giù, in picchiata,  dopo aver disegnato piroette nel cielo e insinuato le paure più antiche nella vittima dell'accaduto.

Man mano che perdeva quota, montava il panico. Poi lo schianto. Un boato. E il motore ha preso fuoco. Una coltre d fumo e fiamme hanno avvolto l’apparecchio mentre il malcapitato veniva travolto da quelle lingue di fuoco.

Soccorso immediatamente da un uomo che ha assistito all’accaduto, il pilota non è stato l'unico ferito. Assieme a lui, infatti, ha riportato delle lesioni anche il suo soccorritore, Biagio Santantonio, 38 anni,  fagocitato dall'incendio.  Raggiunte dapprima da un’autoambulanza partita dall’ospedale “Cardinale Panico” di Tricase, in attesa che ne giungesse una seconda, poi diretta al “Francesco Ferrari” di Casarano, le due vittime sono state trasportate in codice giallo.

Le ustioni riportate dai due aviatori, soprattutto di primo, ma anche di secondo grado, non sembrerebbero, al momento, gravi. Si tratta di lesioni che hanno ricoperto circa il dieci per cento del loro corpo e ora sono tenute sotto osservazione dal personale medico di entrambi i nosocomi. Per il pilota, accompagnato a Casarano, le ferite sono state riscontrate soprattutto agli arti superiori e alla schiena. Il 38enneenne, invece, finito nel nosocomio tricasino, ha riportato le scottature ad una mano e all'arto inferiore.

Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco del distaccamento di Ugento, per domare il rogo ed aiutare il 60enne ad uscire dall'abitacolo incenerito,  assieme ai carabinieri della stazione locale. Nelle prossime ore si stabilità, con certezza, la dinamica di un episodio che si sarebbe potuto trasformare in tragedia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un guasto al motore e l'ultraleggero prende fuoco in volo. Feriti pilota e il suo soccorritore

LeccePrima è in caricamento