Domenica, 25 Luglio 2021
S.M. Leuca

La diocesi di Ugento ricorda il vescovo di pace a vent'anni dalla sua morte

Iniziano le commemorazioni del ventennale della scomparsa di don Tonino Bello: il 19 ad Alessano il prefetto della congregazione dei Santi, Angelo Amato. Procede il processo di beatificazione, ma incertezza sulla tempistica

ALESSANO - La diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, in collaborazione con la fondazione "Don Tonino Bello", dà il via oggi alla settimana dedicata agli appuntamenti che ricordano il “dies natalis” (20 aprile) del servo di Dio Tonino Bello, maestro di spiritualità incarnata, della teologica della pace, interprete autentico delle linee teologiche e pastorali emerse dal Concilio vaticano II.

Questo ventesimo anniversario assume i connotati di data “storica”, in quanto ormai la sua fama di “santità” si sta imponendo in tutta la chiesa: il programma di questa settimana prevede un primo momento il 17 aprile alle 18.30, nell’auditorium ad Alessano, un convegno sul tema “I giorni della speranza” su monsignor Michele Mincuzzi, il vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca che “scoprì” e “valorizzò” l’episcopato di don Tonino Bello.

Il 19 aprile, sempre ad Alessano, alle ore 18, nella chiesa parrocchiale il momento principale della settimana, con la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle cause dei santi. Il 20 aprile, giorno anniversario della morte, il vescovo di Ugento, monsignor Vito Angiuli, alle ore 18, celebrerà sulla tomba di don Tonino Bello ad Alessano la messa di commemorazione.

Per quanto riguarda il Processo per la beatificazione alla fase diocesana, con tutta probabilità, dovrebbe durare fino alla fine dell’anno; si stanno raccogliendo le testimonianze di fedeli sulle virtù eroiche del Servo di Dio. Conclusa questa fase, tutto passerà nelle mani della Congregazione delle cause dei santi in Vaticano per l’analisi di dettaglio e per i riscontri. La tempistica di queste fasi è tutt’altro che prevedibile; pertanto, dalla diocesi precisano come non abbiano fondamento le anticipazioni di date diffuse nei mesi passati da soggetti diversi dalle autorità ecclesiastiche competenti, che peraltro comunicheranno con tempestività ogni novità ufficiale riguardo al Servo di Dio Tonino Bello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La diocesi di Ugento ricorda il vescovo di pace a vent'anni dalla sua morte

LeccePrima è in caricamento