Domenica, 25 Luglio 2021
S.M. Leuca

Lido abusivo e "acrobazie" con l'acquascooter, denunce e sequestri

Controlli della capitaneria a Pescoluse e Porto Cesareo. Deferiti all'autorità giudiziaria un uomo che aveva invaso la spiaggia con ombrelloni in spiaggia e il proprietario di un mezzo che viaggiava a forte velocità sotto la costa

 

PESCOLUSE (Salve) – Ancora un sopralluogo a Pescoluse, marina di Salve, e ancora un sequestro di un vero e proprio “lido abusivo”. Dopo il blitz dei carabinieri di Tricase dei giorni scorsi, questa volta sono stati gli uomini dell’ufficio locale marittimo di Santa Maria di Leuca, dipendenti dalla capitaneria di porto di Gallipoli, a svolgere il sequestro per occupazione abusiva di demanio marittimo. Il responsabile, che aveva invaso un tratto di spiaggia con ombrelloni e sdraio, è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

Nelle stesse ore, a Porto Cesareo, la guardia costiera e i carabinieri, nel corso di un controllo congiunto, hanno posto sotto sequestro un acquascooter, denunciando a piede libero il proprietario, per aver messo in serio pericolo i bagnanti navigando ad alta velocità nella fascia riservata alla balneazione e interdetta alla navigazione. Il sequestro segue di pochi giorni quello effettuato ai danni di tre acquascooter a Casalabate.

E’, infatti, malcostume diffuso da parte di alcuni diportisti avvicinarsi con il natante a motore acceso a pochi metri dalla riva, incuranti dei numerosi bagnanti che affollano la costa. La capitaneria di porto gallipolina invita quanti siano testimoni di fatti illeciti ai danni dell’ambiente marino e della sicurezza dei bagnanti a segnalare tempestivamente il tutto al numero 0833266862

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lido abusivo e "acrobazie" con l'acquascooter, denunce e sequestri

LeccePrima è in caricamento