Giovedì, 23 Settembre 2021
S.M. Leuca Castrignano del Capo

Leuca, barche sottocosta vicino alla zona interdetta: multe per migliaia di euro

I proprietari di due imbarcazioni turistiche con a bordo circa venticinque persone sono stati multati dalla polizia della squadra nautica. Si trovavano troppo vicini al costone, a circa 40 metri. L'ordinanza della capitaneria vieta l'avvicinamento nel raggio di 100 metri

SANTA MARIA DI LEUCA – Aggirare le ordinanze può portare a multe più salate dell’acqua di mare stessa. E’ quanto avvenuto ieri pomeriggio, quando i poliziotti della squadra nautica di Gallipoli, durante un servizio con due motovedette, ha controllato e sanzionato diverse imbarcazioni utilizzate  per il trasporto passeggeri in visita alle grotte nel tratto di mare di Santa Maria di Leuca.

La vicenda dei possibili pericoli di crolli e le varie ordinanze che si sono susseguite nel tempo (in diversi casi ridimensionate proprio di recente) è ben nota a tutti, nel Salento; è tra le vicende politiche più roventi dell’estate, anche se in questo caso l’ordinanza non è di quelle più recenti, trattandosi della 14/2013 del 23 maggio dello scorso anno.

Tutto è nato in questo caso da una richiesta telefonica di alcuni bagnanti che hanno denunciato la presenza di alcune imbarcazioni turistiche con a  bordo circa 25 persone. Sostavano nel tratto di mare compreso entro i cento metri dalla costa a picco. Alla luce dell’ordinanza balneare che vieta qualsiasi attività, tra cui la navigazione e la sosta e l’ancoraggio delle unità, alcune barche sono quindi state sanzionate.

All’arrivo della motovedetta della polizia di Stato, sono state notate in particolare due imbarcazioni sotto costa, una a circa 20 metri e la seconda a circa 40 metri, ferme per consentire ai turisti presenti a bordo, probabilmente ignari del divieto imposto, di fare il bagno.

Gli agenti hanno contestato la violazione, con multe di mille e 32 euro elevate ai proprietari dei natanti.

Molto più “terrena”, invece, un’operazione che risale a questa mattina, quando agenti della sezione volanti, non lontano dal campo nomadi “Panareo”, a nord di Lecce, lungo la litorane, ha sequestrato una piccola piantagione di marijuana. In particolare sono state trovate alcune piante alte oltre 2 metri ed altre di 40 centimetri. Le indagini sono al momento in corso per individuare il giardiniere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leuca, barche sottocosta vicino alla zona interdetta: multe per migliaia di euro

LeccePrima è in caricamento