S.M. Leuca

Preso il secondo scafista dopo lo sbarco a Novaglie: è il nipote

I carabinieri del Norm di Tricase hanno individuato il giovane, 28enne, nei pressi di Marina Serra, durante le ricerche messe in atto proprio per rintracciare il fuggitivo, dopo uno sbarco di migranti sulle coste in cui la finanza aveva già ammanettato un 50enne

Foto di repertorio.

TRICASE – Di strada non poteva farne molta, in una terra a lui sconosciuta e senza alcun tipo di supporto. E’ durato così lo spazio di appena un giorno la fuga disperata di I.K.,28enne greco, nipote dell’uomo di mezza età già fermato dai militari della guardia di finanza della sezione operativa navale di Otranto e Gallipoli.

Ad ammanettare il giovane, sono stati i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase. Sarebbe stato lui, dunque, insieme allo zio, a traghettare un gruppo di migranti sulle sponde salentine.

Nella nottata di ieri, 29 migranti, tra somali e pakistani, erano infatti sbarcati sulle coste della marina di Novaglie. Il potente gommone che li aveva trasportati, dopo lo sbarco, era ripartito per essere però subito fermato dai finanzieri. Il motore si era distaccato impattando l’imbarcazione sul fondale basso, e così ai due scafisti, vista la vicinanza della costa, non era rimasto altro da fare che gettarsi in mare e sperare di raggiungere la costa a nuoto.

foto-130-45Il più giovane era riuscito a guadagnare la riva, facendo perdere le tracce, mentre il secondo era stato bloccato in acqua dagli uomini delle “fiamme gialle”. Durante le successive ricerche, una pattuglia del Norm dei carabinieri di Tricase, ha notato un individuo dall’aria sospetta, aggirarsi nella zona di Marina Serra di Tricase.

Visti i militari si è dato alla fuga. Inseguito e tagliata ogni via di fuga, al giovane non é rimasto altro che arrendersi. Identificato, si è così scoperto che si tratta del nipote del 50enne già arrestato in precedenza, e così anche il 28enne è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per una serie di reati legati all’illegale traffico di migranti clandestini per quali sono stati raccolti dai militari dell'arma gravi indizi di reato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preso il secondo scafista dopo lo sbarco a Novaglie: è il nipote

LeccePrima è in caricamento