Notizie da S.M. Leuca

Protesta lungo la Ss 275: si rinnova l'appuntamento domenicale

Anche nella mattinata odierna il comitato autonomo dei lavoratori ha inscenato una manifestazione. Ma Anas ha oramai deciso di ripartire con un piano diverso

SCORRANO - Oramai è diventato un appuntamento fisso della domenica mattina. Si tratta della protesta del Comitato Autonomo Lavoratori pro 275 che anche oggi, armati di striscioni e bandiere, hanno presidiato la strada, all'altezza di Scorrano, invadendo a più riprese la carreggiata e creando disagi al transito. 

L'obiettivo della protesta a oltranza è in prima istanza Anas, soprattutto dopo la decisione di annullare la procedura di gara fino a qui seguita e ripartire da zero con una suddivisione in lotti del tracciato e un ridimensionamento del progetto originario. I lavoratori in questione fanno riferimento al gruppo Palumbo che, insieme alla Matarrese di Bari, era arrivata a un passo dall'aggiudicazione dopo la sentenza del Consiglio di Stato del luglio del 2014 che aveva escluso il raggruppamento primo classificato, capeggiato da Ccc, e quelli inseriti al secondo e terzo posto, per mancanza dei requisiti richiesti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma a complicare ulteriormente la situazione è intervenuta un'inchiesta penale della procura di Brescia nella quale è stata contestata alla Mataresse una polizza fideiussoria falsa (l'azienda si è dichiarata parte lesa). L'Autorità Nazionale Anticorruzione, nella sua lunga istruttoria sul caso della Ss 275, ha fatto riferimento a questa attività della magistratura e di conseguenza Anas ha deciso di azzerare tutto e non semplicemente di affidare l'appalto al raggruppamento che era stato "riabilitato" dal Consiglio di Stato. Ecco perchè nel mirino dei lavoratori che puntualmente presidiano il tratto iniziale della strada che collega Maglie al Capo di Leuca ci sono la società e il suo presidente, Armani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A margine di tutto questo, ci sono poi ulteriori attività di indagine condotte dalla procura di Lecce sulla fase di progettazione e sulla mancata bonifica dei tratti dove è stato scoperto l'interramento dei rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento