Giovedì, 29 Luglio 2021
S.M. Leuca

Rete idrica e fognante ad Ugento: interventi completati nel prossimo triennio

Finanziamenti a pioggia per l'infrastrutturazione primaria del servizio idrico e di depurazione a servizio degli agglomerati di Lido Marini, Torre Mozza e Torre San Giovanni. Si lavora ai progetti esecutivi da chiudere nel 2016

Immagine di repertorio

LECCE - Importanti novità per la rete idrica e fognante a servizio degli agglomerati di Lido Marini, Torre Mozza e Torre San Giovanni: sono, infatti, al vaglio interventi esecutivi per migliorare le condizioni del sistema.  La giunta regionale, con delibera 780 del 23 aprile scorso, prendeva atto e approvava, nell’ambito dell’accordo di programma quadro del “Settore idrico-depurazione”, varato in data 14 dicembre 2012, l’elenco degli interventi di infrastrutturazione primaria da realizzare con le risorse rivenienti dalle delibere del comitato interministeriale per la programmazione economica del 2011 e del 2012.

In particolare, da tali proposte progettuali, si faceva espressamente riferimento al completamento della rete idrica e fognaria a servizio della località Fontanelle, della marina di Torre Mozza e di un primo lotto funzionale della rete fognaria a servizio della frazione di Torre San Giovanni per un investimento complessivo pari a quasi 10 milioni (9.800.000,00) di euro. Contestualmente si prevedeva la realizzazione del sistema di sub-urbane a servizio delle marine di Alliste e di Ugento, per una somma di tre milioni euro, e il potenziamento e adeguamento del depuratore di Ugento per un importo pari a 2milioni e 900mila euro, ove confluiranno, previa approvazione di idoneo provvedimento, anche i reflui degli abitati di Alliste e Felline.

Al fine di programmare la futura realizzazione delle infrastrutture primarie anche per la marina di Lido Marini, nello stesso provvedimento si prevedeva lo stanziamento di altri 3milioni di euro per il potenziamento dell’impianto di depurazione, ubicato a Morciano di Leuca destinato, appunto, ad assolvere il trattamento dei reflui provenienti da quest’ultima importante località turistica. L’inserimento di tali interventi nella delibera di giunta rappresentava il frutto di una intensa attività di verifica e concertazione con i soggetti a vario titolo competenti e, in particolare, con il servizio di tutela delle acque della Regione Puglia, l’Autorità idrica pugliese e l’Acquedotto in qualità di soggetto gestore del servizio idrico integrato.

L’amministrazione comunale di Ugento partecipava attivamente a questo processo virtuoso prendendo atto, con delibera di giunta 88 del 27 aprile 2012, dello studio di fattibilità/progetto preliminare inerente la ricognizione e la pianificazione del fabbisogno infrastrutturale delle reti idrico-fognanti dell’intero territorio cittadino, sottoposto all’attenzione dell’esecutivo con nota, a firma congiunta dell’Aqp e dell’Aip, acquisita al protocollo dell’ente in data 16 aprile 2012.

Successivamente, sempre presso la Regione Puglia, si svolgevano due importanti incontri operativi tenutisi, rispettivamente, in data 17 maggio e 5 ottobre 2012 a cui seguiva, in data 18 marzo 2013 l’approvazione, da parte del consiglio direttivo dell’Autorità idrica pugliese, del nuovo programma degli investimenti ove, tra l’altro, si contemplavano espressamente gli interventi successivamente recepiti e ratificati dalla giunta regionale con la delibera del 23 aprile scorso.

Attualmente i tecnici dell’Acquedotto pugliese, espressamente incaricati dalla Regione e sempre in stretta sinergia con tutte le parti in causa, risultano impegnati nella redazione dei progetti esecutivi. Salvo imprevisti, i lavori dovrebbero avere inizio entro le prime settimane del 2014 per essere completati e collaudati nel 2016

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rete idrica e fognante ad Ugento: interventi completati nel prossimo triennio

LeccePrima è in caricamento