S.M. Leuca

San Lorenzo, giro di vite nel Capo: multe a raffica e arresti per spaccio

Non è passata indenne per molti la notte delle stelle. In occasione di San Lorenzo (e non solo) i carabinieri della compagnia di Tricase, diretti dal capitano Simone Clemente, hanno stretto la morsa contro lo spaccio e l'abuso di alcool. Due arresti, denunce e sanzioni

TRICASE – Non è passata indenne per molti la notte delle stelle. In occasione di San Lorenzo (e non solo) i carabinieri della compagnia di Tricase, diretti dal capitano Simone Clemente, hanno stretto la morsa contro lo spaccio e l’abuso di alcool, riferito alle strade. Oltre dodici località marine rastrellate dalle varie stazioni dipendenti e numerosi i posti di controllo sulle principali arterie di comunicazione.

Antonio Lanni cc Tricase 11 08 15-2Diversi gli arresti eseguiti. Antonio Lanni, 22enne di Alessano, è stato fermato dai carabinieri della stazione di Specchia. I militari lo tenevano d’occhio da giorni, avendo notato molti giovani avvicendarsi nei pressi di casa, anche minorenni, e sospettando un’attività di spaccio. E’ scattata così una perquisizione che ha permesso di trovare attrezzi per taglio e confezionamento di singole dosi di stupefacente, tra cui bilancini di precisione. E poi, 33 grammi di “erba” già divisa in piccole dosi, un vasetto di olio di hascisc e una pianta di marijuana alta più di 1 metro e 20. Una parte era stesa al sole ad asciugare, come avveniva anticamente per il tabacco. Recuperata anche una discreta somma in denaro, forse frutto di vendite precedenti.

Giorgio Di Vicino cc Tricase 11 08 15-2In arresto è finito anche Giorgio Di Vicino, 23 enne di Napoli, già ai domiciliari presso la comunità “San Giorgio La Sorgente” di Lido Marini. Il giudice ha deciso di toglierli il beneficio della comunità e di farlo rinchiudere presso il carcere per i minorenni di Bari, a causa di ulteriori reati commessi a Napoli.

Tra le denunce in stato di libertà, C.W., 53 enne di Morciano di Leuca, che nel giardino retrostante la propria abitazione, coltivava tre piante di marijuana che avevano raggiunto quasi il metro di altezza. Possedeva anche 4 grammi di hashish. E ancora, un 46enne, dello stesso paese, segnalato alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti. Aveva 3,40 grammi di hashish.

All’attività di controllo hanno partecipato ventisei militari con tredici automezzi. Sono stati controllati 98 autoveicoli, identificate 164 persone, di cui quattro sottoposte a misure di sicurezza e prevenzione, e undici agli arresti domiciliari. Diverse le contravvenzioni, soprattutto per il mancato uso di cinture di sicurezza e per l’uso improprio del cellulare alla guida. Ritirate in tutto sei patenti e sottoposti a fermo amministrativo tre ciclomotori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Lorenzo, giro di vite nel Capo: multe a raffica e arresti per spaccio

LeccePrima è in caricamento