Mercoledì, 4 Agosto 2021
S.M. Leuca

Sbarco nel Salento. Rintracciati quaranta fra afgani e pachistani nella notte

Il gruppo, composto da individui adulti di sesso maschile , è stato notato dai militari e fermato per i primi soccorsi. Trasportati presso il centro Don Tonino Bello, i migranti sono stati sottoposti ad ulteriori accertamenti

Il centro Don Tonino Bello di Otranto.

MARINA DI NOVAGLIE (Gagliano del Capo) – Li hanno rintracciati a piccoli gruppi, nelle vie di campagna alla periferia di Novaglie, la marina di Gagliano del Capo. Una quarantina di individui, di nazionalità afgana e pachistana, è stata rintracciata tra la notte e l’alba, dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase.

Tutti di sesso maschile e adulti, sono approdati sulle coste del basso Salento a bordo di un’imbarcazione che non è stata ancora rintracciata. Rifocillati e soccorsi, i migranti sono stati accompagnati presso il centro Don Tonino Bello di Otranto, per le operazioni di identificazione e per ulteriori accertamenti medici.

Al momento, le loro condizioni di salute sarebbero buone e non destano preoccupazione. I militari dell’Arma stanno valutando una serie di elementi, nel tentativo di risalire ai responsabili della traversata, effettuata sfidando temperature non proprio generose, nel mare di febbraio stracolmo di insidie.

I volontari della Cri sono stati allertati alle 2 di notte e sono subito intervenuti nel centro gestito dall'associazione "Misericordia", per fornire assistenza, coadiuvando il personale di quest'ultima. I profughi, in queste ore, sono ascoltati dall'infermiera volontaria che opera nell'ambito del progetto Presidium di Croce rossa italiana Puglia, per quanto riguarda l'assistenza legale umanitaria

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarco nel Salento. Rintracciati quaranta fra afgani e pachistani nella notte

LeccePrima è in caricamento