S.M. Leuca

Emergenza sbarchi, 44 migranti approdano sulla costa ionica

Decine di uomini sono approdati sulle coste tra Torre Pali e Pescoluse. Giunti a bordo di una vecchia imbarcazione, sono stati intercettati dai militari e accompagnati presso il centro Don Tonino Bello. Tra loro anche un minore

Foto di repertorio

PESCOLUSE (Salve) - Poco prima dell'una, erano già sbarcati sulle coste ioniche comprese tra Torre Pali e Pescoluse, entrambe marine di Salve e, suddivisi in piccoli gruppi, si sono avviati in direzione dei comuni dell'entroterra. L'ennesima traversata della speranza, questa volta, ha condotto circa 44 uomini, presumibilmente di origine afgana, sui litorali della penisola salentina.

Il gruppo, che comprenderebbe anche un minore, è stato avvistato dai militari della guardia di finanza e dai carabinieri della compagnia di Tricase i quali, dopo aver prestato i primi soccorsi, hanno condotto gli immigrati presso il centro Don Tonino Bello di Otranto, per espletare le formalità di rito e le operazioni di identificazione. I volontari della Misericordia, invece, garantiscono assistenza.

Approdati a bordo di una vecchia e malconcia imbarcazione, poi recuperata dagli uomini della guardia costiera, i 44 migranti, con ogni probabilità nel corso pomeriggio, saranno accompagnati presso i centri di accoglienza per richiedenti asilo di Foggia e Bari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sbarchi, 44 migranti approdano sulla costa ionica

LeccePrima è in caricamento