rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
S.M. Leuca Morciano di Leuca

Indagato dopo uno schiaffo: maestro avrebbe colpito un alunno

L'ipotesi è abuso di mezzi di correzione o di disciplina. L'uomo avrebbe usato le maniere forti al culmine di una lite scoppiata in una quinta elementare a Morciano di Leuca. Il bimbo già ascoltato nell'incidente probatorio

MORCIANO DI LEUCA – Un nuovo caso di presunti maltrattamenti tra i banchi di scuola che vedrebbe, protagonista della vicenda, un maestro di scuola elementare in servizio a Morciano di Leuca. L’uomo, iscritto nel registro degli indagati della procura del capoluogo salentino per il reato di abuso dei mezzi di correzione o di disciplina, avrebbe colpito con uno schiaffo un bimbo di quinta elementare, suo alunno, al culmine una lite scoppiata in classe. Secondo l’ipotesi accusatoria, l’episodio sarebbe avvenuto lo scorso 5 ottobre. A scatenare la reazione dell’insegnante sarebbero stati i continui insulti che il piccolo avrebbe rivolto ad una compagna di classe.

Ricevuto il ceffone dietro la nuca, l'alunno sarebbe scoppiato in lacrime. A casa il bambino avrebbe cominciato ad avvertire forti dolori alla testa raccontando l'accaduto ai genitori. Il bambino, di circa 10 anni, sarebbe stato condotto in ospedale dove i sanitari gli avrebbero diagnosticato una cervicalgia causata dal trauma. I genitori dell'alunno hanno sporto denuncia ai carabinieri e la Procura ha aperto un fascicolo d'inchiesta, affidato al sostituto procuratore della Repubblica di Lecce Stefania Mininni. Il bimbo è poi stato sentito, in sede d’incidente probatorio, dal giudice per le indagini preliminari, Antonia Martalò, che ne ha raccolto la testimonianza. La vicenda è ora al vaglio degli inquirenti e della direzione scolastica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagato dopo uno schiaffo: maestro avrebbe colpito un alunno

LeccePrima è in caricamento