Martedì, 27 Luglio 2021
S.M. Leuca Strada Provinciale Taurisano

Rifiuti pericolosi e ingombranti. Sequestrata area di oltre 4mila metri

Il Noe ha apposto i sigilli a un terreno di vaste dimensioni, sulla via che collega Taurisano ad Acquarica del Capo. Sull'appezzamento erano stati abbandonati veicoli, scarti edili, contenitori con sostanze oleose e persino lastre in cemento frantumate. Nei guai il presunto responsabile

Il sequestro dell'area da parte del Noe

TAURISANO – Una nociva montagna di rifiuti stratificata nel tempo. Ma sono scattati i sigilli a quell’area di oltre di 4mila e 500 metri quadrati, di proprietà di una società nel settore delle costruzioni edili, sulla via che da Taurisano conduce ad Acquarica del Capo. I carabinieri del Noe, il Nucleo operativo ed ecologico, durante un controllo ambientale, infatti, hanno eseguito un sequestro preventivo d’urgenza nei confronti del terreno.

Sull'appezzamento erano stato illecitamente abbandonati rifiuti speciali, pericolosi e non tra cui scarti di demolizioni edili, lastre in cemento frantumate. E non è tutto. Sull’area, anche veicoli, rifiuti lignei, fusti e contenitori in plastica per sostanze oleose, rottami ferrosi, bombole per gpl, tubi e raccordi in pvc, resti ingombranti e guaine isolanti. foto 2-11-5

Al termine del sopralluogo l’amministratore unico dell’azienda è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce con l’accusa di gestione illecita di rifiuti. Del sequestro è stata informata anche l’amministrazione comunale di Taurisano per la rimozione, bonifica e provvedimenti di bonifica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti pericolosi e ingombranti. Sequestrata area di oltre 4mila metri

LeccePrima è in caricamento