Domenica, 25 Luglio 2021
S.M. Leuca

Scontro sull’asse Tricase-Gagliano del Capo. Il sindaco diffida il direttore della Asl

Il primo cittadino di Gagliano del Capo sollecita perentoriamente l'attuazione della riconversione del "Daniele Romasi" con il trasferimento del Dipartimento di prevenzione da Tricase, già deliberato ma poi sospeso dalla direzione generale

L'ex ospedale di Gagliano del Capo.

LECCE – La diffida al direttore generale della Asl di Lecce è stata inoltrata: per il sindaco di Gagliano del Capo, Antonio Buccarello, non esiste alcuna ragione che possa ulteriormente impedire il trasferimento dai locali di Tricase del Servizio di igiene pubblica e igiene veterinaria, nell’ambito della riconversione dell’ex ospedale capuano “Daniele Romasi” in Presidio territoriale della salute.

Il primo cittadino, ad aprile, aveva partecipato da una conferenza stampa nella sala giunta del Comune di Lecce, durante la quale aveva ripercorso l’iter amministrativo della vicenda alla presenza del sindaco di Lecce, Paolo Perrone, del deputato di Forza Italia, Roberto Marti e del consigliere regionale dello stesso partito, Erio Congedo.  In quella data, però, non aveva avuto ancora seguito la richiesta di accesso agli atti presentata alla Asl. Lette le carte e tratte le relative conclusioni, Buccarello si è dunque rivolto all’avvocato Pietro Quinto per la formalizzazione della diffida nei confronti di Valdo Mellone.

L’ipotesi già paventata a Lecce, nella prospettiva dell’amministratore di Gagliano del Capo, sembra aver trovato conferma nella documentazione che gli è stata messa finalmente a disposizione: il trasferimento sarebbe stato cioè rallentato da contingenze di carattere politico. Ed in questo senso bisogna tener presente la scadenza elettorale del 25 maggio per le europee e le amministrative. 

Nell’atto di diffida viene ricordato che nel mese di novembre Giuseppa Turco, direttrice del Servizio igiene e sanità dell’area Sud, aveva scritto al direttore del Dipartimento di prevenzione, Giovanni De Filippis prospettando una riorganizzazione del servizio Igiene e Sanità pubblica di Tricase con la permanenza in sede della Commissione invalidi civili e del Centro vaccinale per i comuni limitrofi. A Gagliano del Capo, invece, secondo lo schema proposto, sarebbe andato l’ambulatorio di Medicina legale, il centro per i vaccini per gli altri municipi e le attività non rivolte alla persona.  

Il 3 marzo la direttrice aveva poi comunicato tanto a Mellone quanto a De Filippis l’idoneità dei locali al piano terra dell’ex nosocomio “Daniele Romasi” – per accogliere la Commissione invalidi -, e di quelli del poliambulatorio per i servizi del Dipartimento di prevenzione.  Il 25 dello stesso mese il direttore della struttura di Tricase risponde comunicando la predisposizione nel giro di pochi giorni di un programma con la ditta incaricata del trasloco per il trasferimento degli arredi e dei macchinari. A questo punto dell’iter sarebbe arrivata un ordine di sospensione da parte dello stesso direttore generale della Asl.

Alla luce di queste acquisizioni Buccarello ha quindi deciso di procedere rinnovando il perentorio invito ad adempiere a tutte le disposizioni del piano di riconversione deliberate nel giugno del 2011.  Per il sindaco il trasferimento, in assenza del quale potrebbe procedere legalmente per interruzione di pubblico servizio, costituisce una parziale compensazione dei disagi subiti dalla popolazione nell’ambito della riorganizzazione dei servizi sanitari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro sull’asse Tricase-Gagliano del Capo. Il sindaco diffida il direttore della Asl

LeccePrima è in caricamento