Mercoledì, 28 Luglio 2021
S.M. Leuca

Bottiglia incendiaria al sindaco di Tiggiano, due indagati ma movente ignoto

Una prima svolta alle indagini è arrivata nel maggio scorso, con l'identificazione dei due presunti responsabili, grazie all'acquisizione di filmati di sistemi di videosorveglianza privati che li ritrarrebbero mentre approntavano e lanciavano l'oggetto. Sequestrati anche gli abiti di quella notte

TIGGIANO – Due giovani di Tiggiano sono ufficialmente indagati per un atto intimidatorio dal movente ancora oscuro ai danni del sindaco Ippazio Antonio Morciano, avvenuto la notte del 19 marzo dello scorso anno.

Stamattina la chiusura del cerchio, da parte dei carabinieri della stazione di Corsano, al termine dell’indagine, con la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari su disposizione del sostituto procuratore Giuseppe Capoccia. Rispondono di tentato incendio doloso e danneggiamento.

Quella notte i due avrebbero lanciato una bottiglia incendiaria all’intero del cortile dello studio professionale del sindaco. Un gesto che fece clamore, tanto che quella sera stessa fu organizzata una fiaccolata di solidarietà nei confronti del primo cittadino.

Una prima svolta alle indagini è arrivata nel maggio scorso, con la prima identificazione dei due presunti responsabili, grazie all’acquisizione di filmati di sistemi di videosorveglianza privati. I nastri li ritrarrebbero mentre approntavano e lanciavano la bottiglia incendiaria all’interno del cortile, provocando danni, comunque lievi, al pavimento.

I carabinieri hanno anche sequestrato gli abiti con cui i due hanno compiuto il gesto intimidatorio. Ciò che ancora non è chiaro, però, è quale sia stato il motivo del gesto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bottiglia incendiaria al sindaco di Tiggiano, due indagati ma movente ignoto

LeccePrima è in caricamento