menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ugo, a destra, e Scoiattola.

Ugo, a destra, e Scoiattola.

Grazie a Ugo e Scoiattola si prova a salvare la vita di un gatto investito

Durante l'uscita serale, lungo il solito tragitto, si sono accorti del felino immobile e malconcio a bordo strada e hanno richiamato l'attenzione del loro padrone

ALESSANO – Nel bene e nel male gli animali protagonisti della giornata. Dopo il caso registrato a Nardò, in mattinata, con la morte di un pinscher e di un barboncino aggrediti da due cani di taglia superiore, da Alessano è stata segnalata una storia che potrebbe, invece, avere ancora un lieto fine.

Durante la solita passeggiata serale con i suoi due cani, un uomo del posto si è imbattuto ieri sera in un gatto agonizzante a bordo strada, a ridosso di un carrello per la differenziata, quasi fosse stato abbandonato come un rifiuto. In realtà ad accorgersi della presenza del felino sono stati Ugo e Scoiattola, coppia inseparabile (Ugo, tra l'altro, compare ogni tanto nella nostra rubrica "La foto del giorno"). Si sono fermati e hanno richiamato l’attenzione del loro padrone che, disattivati gli auricolari, si è reso conto che quello stallo era dovuto alla  presenza del gatto che, interamente ricoperto di sangue, respirava in modo affannoso e gemeva per la sofferenza.

Grazie all’intervento di due giovani conoscenti, il felino è stato trasportato presso il più vicino ambulatorio in quel momento disponibile. A quanto risulta il povero animale ha subito un forte trauma cranico, conseguenza con ogni probabilità di un investimento, ma non sono del tutto perdute le speranze che possa farcela: di certo perderà l’uso di un occhio.

“Ringrazio il mio fedele compagno di vita Ugo e la sua compagna quadrupede Scoiattola – ci ha scritto l’uomo, autore della segnalazione (le foto del gatto ferito non sono state ovviamente pubblicate -. Senza di loro non me ne sarei mai accorto. Ancora una volta, gli animali impartiscono a noi umani, l'ennesima lezione carica di solidarietà verso i propri simili”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento