Domenica, 20 Giugno 2021
S.M. Leuca

Volontari della Cri a bordo delle motovedette, accordo per salvare vite in mare

Sulle unità navali della capitaneria di Leuca per garantire soccorsi immediati. Al via anche l’operazione Mare Sicuro 2017

GALLIPOLI - Maggiore efficienza operativa e soccorso sanitario immediato in caso di interventi di emergenza in mare saranno garantiti per tutta la stagione estiva grazie alla collaborazione tra il personale della capitaneria di porto e gli operatori della Croce Rossa italiana. Una sinergia che si consolida e che nei fatti già si configura durante tutte le fasi dell’anno in cui, lungo le coste salentine, si operano le attività interforze di recupero e assistenza dei migranti traghettati nei viaggi della speranza e spesso abbandonati, prima dello sbarco, tra i perigli del mare.

Ora a partire dal 15 giugno scorso e sino alla metà di settembre un nuovo accordo formalizzato tra il comando della capitaneria di Gallipoli e il Comitato di Lecce della Croce Rossa consentirà una maggiore efficienza nelle eventuali operazioni di salvaguardia della vita umana in mare. Grazie al nuovo protocollo d’intesa in particolare in tutti i fine settimana, nei giorni festivi e prefestivi, dalle 10 alle 18, a bordo delle motovedette dell’ufficio marittimo di Leuca, sono presenti e operativi insieme al personale della guardia costiera anche due volontari della Croce Rossa esperti nei salvataggi in mare e in possesso della specializzazione di operatore polivalente salvataggio in acqua. In caso di necessità  saranno pronti ad intervenire e prestare immediata assistenza direttamente da bordo delle unità navali della guardia

Nell’accordo operativo è stato designato il porto di Leuca come prima dislocazione che avrà a bordo delle motovedette il personale specializzato nel salvataggio in acqua. Questo in quanto si tratta del porto che ha una posizione strategica rispetto alle necessità di controllo dell’intera penisola salentina e rappresenta anche il crocevia del traffico sia da diporto che mercantile. Il progetto pilota ha nelle sue ambizioni future quella di poter garantire la presenza del personale sanitario su tutte le motovedette e unità navali della guardia costiera in dotazione al comando e agli uffici marittimi del compartimento di Gallipoli. In relazione a tale attività nell’ultimo fine settimana ha preso il via anche quest’anno l’operazione “Mare Sicuro 2017” che ormai da ventisei anni vede impegnata la guardia costiera impegnata in prima linea per garantire interventi rapidi in soccorso di bagnanti, diportisti e subacquei, consentendo loro di trascorrere vacanze serene e sicure, e vivere il mare nel segno della legalità e nel rispetto dell’ecosistema marino.

Sino al prossimo al 17 settembre la capitaneria di Gallipoli impiegherà giornalmente circa 100 uomini e donne e 15 mezzi navali distribuiti uniformemente lungo i circa 300 chilometri di costa. Per eventuali segnalazioni ed emergenze lungo il litorale si può contattare sempre il numero d’emergenza 1530 raggiungibile gratuitamente da tutte le utenze fisse e mobili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volontari della Cri a bordo delle motovedette, accordo per salvare vite in mare

LeccePrima è in caricamento