rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Maglie Maglie

Aggredisce capotreno, poi pugni ai poliziotti sul binario: nuovi guai per un 22enne

L’episodio sul treno delle Fse, tra Maglie e Otranto. Era stato fermato anche lo scorso 28 novembre per episodi simili nell’ospedale di Scorrano: dopo i fatti di martedì pomeriggio il giovane di origini gambiane è stato accompagnato in carcere

MAGLIE – Pomeriggio da incubo per il capotreno e per i passeggeri del convoglio delle Ferrovie Sud Est partito da Maglie e diretto a Otranto.  Nella giornata di ieri un 22enne, appena montato a bordo, ha dato in escandescenze insultando e minacciando il capotreno, peraltro segretario della categoria Trasporti della Cgil, per poi ferite due agenti di polizia chiamati in soccorso.

Tutto è cominciato intorno alle 16,00. L’indagato, di origini gambiane, è salito sul treno assieme ad altri sei viaggiatori. Il problema non era neppure il titolo di viaggio: lui era infatti munito di regolare biglietto. Si è comunque scagliato contro il capotreno, senza motivo, con offese e minacce. S. M. L. , queste le iniziali del giovane africano, non si sarebbe neppure fermato quando la vittima ha minacciato di allertare le forze dell’ordine.

Trovando un momentaneo “rifugio” nella cabina del macchinista, per decidere il da farsi e allertare la polizia, il capotreno ha sentito un frastuono provenire dallo scompartimento: il 22enne, “riaccesosi” nuovamente, stava dando calci e pugni ad arredi e vetri, davanti agli occhi degli altri passeggeri. Il treno stava per arrivare a Otranto e, sul binario, ad attendere il convoglio vi erano due agenti di polizia del commissariato di Otranto richiamati dal sindacalista.

Il 22enne è stato subito avvicinato dai poliziotti per un controllo dei documenti. Noto alle forze dell’ordine anche per spaccio di stupefacenti, il ragazzo ha sferrato una violenta testata a uno dei due agenti, per poi colpire anche l’altro. Ha ferito il primo al setto nasale. Al secondo, colpito sempre con calci e pugni, ha pure rotto gli occhiali da vista. Immobilizzato a fatica, il 22enne è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, danneggiamento e accompagnato nel carcere di Borgo San Nicola.

Dagli accertamenti a carico del giovane è emerso che poco più di una settimana fa, il 28 novembre, era stato arrestato dai carabinieri del reparto radiomobile di Maglie per gli stessi reati all’interno del pronto soccorso dell’ospedale di Scorrano.

Cgil: "Situazione intollerabile"

“La violenza che si è scatenata a bordo del treno Maglie-Otranto ieri pomeriggio purtroppo non è isolata. Esprimiamo piena solidarietà al segretario provinciale della Filt Cgil Lecce, Fabrizio Giordano, che da capotreno delle Ferrovie Sud Est si è trovato a dover fronteggiare una situazione difficile, che avrebbe potuto avere risvolti ben più pesanti senza la sua prontezza e senza il supporto degli agenti di polizia alla stazione di Otranto. E ringraziamo gli agenti del commissariato di Otranto per il loro intervento: è intollerabile anche quanto accaduto a loro”, dicono Valentina Fragassi, segretaria generale della Cgil Lecce, e Giuseppe Guagnano, segretario generale di Filt Cgil Puglia e Lecce, in merito al fatto. 

“L’episodio purtroppo solleva ancora una questione irrisolta: il tema della sicurezza a bordo dei mezzi pubblici e privati del sistema di trasporto salentino”, spiegano i sindacalisti. “Non più tardi di tre mesi fa abbiamo denunciato l’incredibile serie di danneggiamenti a bordo del treno Brindisi-Lecce, ma le denunce di aggressioni ai danni di capotreni, autisti e controllori degli autobus sono innumerevoli”.

“È ora che di questi lavoratori qualcuno si faccia carico. Pagano ogni giorno sulla propria pelle il costo sociale dovuto ai continui tagli del personale viaggiante e anche a livello più generale delle sforbiciate al comparto sicurezza. Istituzioni, ma anche vettori pubblici e privati offrano maggiore garanzia alle lavoratrici ed ai lavoratori: l’investimento sul personale è sempre ripagato da una maggiore qualità del servizio e quindi da una maggiore soddisfazione (e in questo caso sicurezza) da parte della clientela”, concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce capotreno, poi pugni ai poliziotti sul binario: nuovi guai per un 22enne

LeccePrima è in caricamento