Maglie

Supposte contraffatte per bambini, anche una magliese fermata dal Nas a Latina

Tra i manager finiti agli arresti domiciliari, nell'indagine condotta dai carabinieri pontini e dall'Agenzia del farmaco, c'è anche una salentina. Impiegati presso la ditta farmaceutica Geymonat, i tre avrebbero prodotto il medicinale inefficace, da destinare ai bimbi affetti da patologie respiratorie

Foto di repertorio

LATINA  - C’è anche una salentina tra i tre arrestati, nel corso della mattinata di mercoledì, dai carabinieri del Nas di Latina, con l’accusa di aver contraffatto un medicinale utilizzato per la cura di patologie respiratorie infantili. Si tratta di Maria Gabriella Carluccio, originaria di Maglie, travolta assieme a Marco Bonifacio, originario di Brescia e Giancarlo De Angelis, di Anagni, nell’indagine avviata  in collaborazione all’Agenzia italiana del farmaco e l’Istituto superiore di sanità.

I dipendenti della casa farmaceutica,  la Geymonat, sono stati destinatari di tre ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emesse dal Tribunale di Frosinone. Sono stati ritenuti responsabili di aver prodotto e commercializzato, in maniera contraffatta e in tutto lo Stivale, la supposta “Ozopulmin”, prodotta con l’utilizzo di sostanze inefficaci -  normalmente impiegate nella produzione di cosmetici ed integratori alimentatori- poi rilevate durante le analisi eseguite a campione.

Il medicinale, con scadenza prevista per il mese di marzo del 2016, è stato ritirato dal mercato sin dalle prime fasi dell’attività investigativa, partita dalla comunicazione di un farmacista di Roma all’Agenzia del farmaco e ai Nas, che notò come le supposte, peraltro anomale anche nella loro consistenza, erano solite rompersi. I carabinieri, su delega della Procura della Repubblica di Frosinone, hanno potuto indagare su come la ditta, rimasta senza del principio attivo per la produzione delle supposte, ma non volendo cedere quote fette di mercato, abbia proseguito con la commercializzazione del medicinale incriminato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Supposte contraffatte per bambini, anche una magliese fermata dal Nas a Latina

LeccePrima è in caricamento