Sabato, 31 Luglio 2021
Maglie

Botte al padre per avere soldi, poi minacce dentro al bar: in manette

Pomeriggio agitato per Tiberio Provenzano, 31enne, che prima ha dato in escandescenza fra le pareti domestiche, arrivando anche ad alzare le mani sull'anziano genitore, poi nel "Bar Orazio", in centro. Arrestato dai carabinieri

 

 

MAGLIE – Prima le botte al padre, poi le minacce al titolare di un bar e agli avventori: l’agitato pomeriggio di Tiberio Provenzano, 31enne di Maglie, s’è concluso con un paio di manette strette ai suoi polsi. A raggiungerlo, nel “Bar Orazio” di piazza Capece, nel pieno centro di Maglie, sono stati i carabinieri della stazione locale. Provenzano, sorvegliato speciale, con obbligo di soggiorno, dovrà rispondere di tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e minacce. E’ stato dopo la segnalazione proveniente dal locale pubblico, che è iniziata una rapida indagine che ha permesso di ricostruire cosa avvenuto nell’arco dell’intera giornata.  

Secondo militari dipendenti dalla compagnia locale, dunque, nel tardo pomeriggio Provenzano avrebbe tentato – ma invano – di estorcere denaro al padre e, dopo alcune intimidazioni, sarebbe arrivato persino a usare anche le mani nei suoi confronti, con spintoni e strattoni.

E’ probabile che i soldi servissero per acquistare sostanze stupefacenti, certo è che, nonostante le insistenti richieste, il 31enne non avrebbe cavato il becco di un quattrino. Uscito da casa, già in preda ad una forte agitazione, il giovane è stato poi notato all’interno del bar, nel pieno centro di Maglie, dove avrebbe dato in escandescenza, prendendosela con titolare e qualche cliente, senza alcun motivo apparente. Ed il suo comportamento ha obbligato i presenti a richiamare l’attenzione dei militari.

PROVENZANOTIBERIO-3Giunti sul posto, questi l’hanno bloccato e condotto in caserma, convocando anche l’anziano genitore, con il quale convive. Ed è così che i carabinieri hanno saputo anche della violenta richiesta di denaro, a quanto pare neanche la prima avvenuta nel tempo. Per tali motivi, il 31enne è stato dichiarato in arresto e portato presso la casa circondariale di Lecce. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte al padre per avere soldi, poi minacce dentro al bar: in manette

LeccePrima è in caricamento