Maglie

Cantieri senza cartelli: il circolo Sel di Maglie mette al bando la "prassi"

Il circolo locale ha protocollato una lettera indirizzata al sindaco, Antonio Fitto, con la quale si segnala ancora una volta una prassi che appare oramai "consolidata": assenza di cartelli e tempi di fine lavori non rispettati

MAGLIE - Il circolo Sel di Maglie ha protocollato nei giorni scorsi una lettera al sindaco, Antonio Fitto, con la quale si segnala, ancora una volta, una prassi che appare oramai "consolidata". Già lo scorso anno era stato evidenziata la totale assenza di cartelli di cantiere in occasione dei lavori (peraltro ancora non ultimati) in Largo Garzia – via Foggiari, dove si era verificato il ritrovamento di un frantoio ipogeo.

"In verità - precisa Mariateresa De Maggio - ci fu risposto che il cartello era presente sebbene lo stesso fu esposto solo all' indomani della nostra segnalazione. Ancora una volta, lo stesso comportamento si è replicato in occasione della scoperta archeologica di un vero e proprio cimitero medievale avvenuta all'interno della Chiesa dell'Annunciazione, meglio conosciuta come chiesetta di San Martino".

Il ritrovamento si è verificato in quanto all'interno della chiesa, già dal 2011 (con convenzione siglata tra Comune di Maglie e Scuola edile di Lecce) si era dato luogo a diversi interventi di restauro con assenza di apposito cartello di cantiere: "È davvero preoccupante - precisa - dover rimarcare che tale metodo è oramai talmente abituale che perfino i lavori di risanamento iniziati nelle scorse settimane presso lo stabile di via Nicola Ferramosca che ospita un distaccamento del Comune (Ufficio anagrafe, ufficio tributi, ufficio Attività produttive, ecc.) appaiono totalmente sprovvisti di cartello di cantiere obbligatorio per legge".

Altra situazione particolare è quella dei lavori di ristrutturazione della sede del Liceo Capece laddove insiste un cartello che riporta, però, come data di ultimazione lavori marzo 2013: "Anche questa abitudine di non rispettare i termini è oramai riscontrabile - aggiunge De Maggio - presso tantissimi cantieri presenti all'interno del nostro Comune. Con sorpresa sottolineiamo anche la poca attenzione del Comando di Polizia Municipale preposto ai controlli e, normalmente, molto solerte nell'intervenire nei cantieri più piccoli dei privati cittadini".

"Il rispetto delle regole e il non perpetrarsi di una prassi assolutamente irregolare appare determinante - conclude - oltre che per lo spirito di legalità, anche al fine di una funzione informativa nei confronti  della cittadinanza cui sono tenuti i committenti ed i direttori dei lavori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantieri senza cartelli: il circolo Sel di Maglie mette al bando la "prassi"

LeccePrima è in caricamento