Mercoledì, 23 Giugno 2021
Maglie

Prestazioni sanitarie, Maglie e Poggiardo si dividono i compiti: intesa in Asl

A ciascun presidio la priorità per un certo tipo di prestazioni di Day Service. Soddisfatta la direttrice generale Silvana Melli

Foto di gruppo per l'intesa.

LECCE - Asl e Comuni di Maglie e Poggiardo hanno siglato un accordo per un migliore utilizzo delle sale operatorie del territorio, cinque in tutto, con la differenziazioni delle prestazioni di Day Service. Il relativo protocollo d'intesa è stato firmato dalla direttrice generale dell'azienda sanitaria, Silvana Melli, e dai primi cittadini dei centri interessati, Ernesto Toma e Giuseppe Colafati alla presenza dei responsabili di distretto, Aldo Schiavano e Virna Rizzelli

In pratica è come se fossero stati suddivisi i compiti, anche se la ripartizione è basata sul criterio di priorità e non di esclusività: il distretto di Poggiaro diventa il riferimento per Chirurgia Generale e Ortopedica - essendo dotato di una Risonanza Magnetica Articolare - mentre quello di Poggiardo si occuperà di Chirurgia Oculistica e Plastica dove effettuare, ad esempio, interventi di cataratta, ernia tunnel carpale e piccole operazioni di chirurgia plastica.

 “Questo accordo risponde concretamente alla domanda di sanità di un bacino che supera i 100mila abitanti – ha sottolineato Silvana Melli – e, grazie ai Day Service chirurgici, sarà possibile farlo con maggiore efficacia clinica ed efficienza organizzativa, eliminando i ricoveri inappropriati e l’inutile e costosa duplicazione di servizi a pochi chilometri di distanza, come accadeva un tempo. Si tratta non solo di soddisfare la richiesta di servizi proveniente dai cittadini dei due Distretti, nell’ottica di una sanità di prossimità su cui sta investendo molto la Regione Puglia, ma anche di garantire una maggiore organizzazione ed utilizzo delle risorse strutturali, umane, professionali e tecnologiche”. La direttrice ha sottolineato come le prestazioni di Day Service siano aumentate del 47 per cento tra il primo trimestre del 2017 e lo stesso periodo dell’anno precedente.

“Siamo in una fase di riorganizzazione della sanità, in cui però si riesce ad innovare dando servizi che servono alle persone e allo sviluppo del territorio”. Sulla stessa linea Colafati, primo cittadino di Poggiardo: “Far tornare contenuti sanitari concreti – ha sottolineato - in contenitori spesso rimasti vuoti, e causa di grandi sprechi, restituisce credibilità alla politica e alla dirigenza sanitaria che, grazie al dialogo e alla condivisione, sono capaci di dare risposte alle persone, andando oltre i campanilismi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prestazioni sanitarie, Maglie e Poggiardo si dividono i compiti: intesa in Asl

LeccePrima è in caricamento