menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maglie: la Casa del Sorriso ora ha una sua sede

Il centro accoglie bambini portatori di un disagio, fisico, psichico o da deprivazione ambientale, ma anche "normodotati" che vogliano creare integrazione. L'inaugurazione questo pomeriggio

La Casa del Sorriso apre ufficialmente le porte a Maglie o ggi, alle 18,30, in via Piave 26. Taglierà il nastro Adriana Panzera Fitto, alla presenza di sua eccellenza monsignor Donato Negro, che benedirà l'iniziativa. La "Casa del Sorriso" è una realizzazione di Icaro - Associazione amici di Avsi, che non ha scopo di lucro e conta circa settanta soci, tutti volontari. Il progetto è operativo dal 5 marzo 2007 per impulso di Anna e Vito Schimera. Non ha finora disposto di una sede propria, ed è stato ospitato dapprima nei locali della scuola elementare di via Lanoce, poi in casa Schimera, poi nella Residenza per anziani di via Puzzovio. Oggi, grazie al sostegno dell'Ente Capece e a molti privati, è stato possibile prendere in affitto dei locali che, adeguatamente attrezzati, potranno accogliere il progetto.

Si tratta di "un luogo dove i ragazzi della scuola elementare e media possano essere prima di tutto accolti come persone, e avvalersi di una compagnia che li aiuti a recuperare la stima in se stessi, vivendo questo luogo come occasione di crescita umana. Un luogo in cui si stabilisce con i ragazzi una relazione educativa partendo da un loro bisogno reale nel quotidiano", spiega Anna Schimera. La "Casa" è aperta a tutti i bambini portatori di un disagio, fisico, psichico o da deprivazione ambientale, ma anche ai cosiddetti "normodotati" che vogliano collaborare alla valorizzazione degli "altri", creando integrazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Tregua domenicale, 584 i casi positivi. Lopalco "sfiduciato" dalla Lega

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento